19 giugno 2021
Aggiornato 03:00

Lavoro: riunione tecnica sui cantieri di servizi

PALERMO – Nella sede dell’assessorato al Lavoro si è svolta questa mattina la prima riunione tecnico-operativa sull’applicazione della norma per l’attivazione dei cantieri di servizi per gli ex beneficiari del reddito minimo di inserimento nelle province di Caltanissetta e Enna.

La riunione, presieduta dalla dirigente dell'assessorato Silvia Martinico, con la presenza di Emma Giunta e Cono Ricciardello, dell’ufficio di gabinetto dell'assessore, è servita per illustrare agli amministratori dei comuni che attuano i cantieri e ai sindacati le modalità di applicazione della legge approvata dall’Assemblea regionale lo scorso 20 novembre 2008 e, in particolare, i requisiti che i disoccupati fin qui impegnati devono mantenere per essere utilizzati nei programmi di lavoro.

I disoccupati, è stato ribadito, non devono svolgere altri lavori, oltre a quello nei cantieri di servizi, e i loro nuclei familiari non devono avere altre entrate o proprietà da cui traggano reddito.
Al termine della riunione, gli amministratori e i rappresentanti sindacali hanno firmato un documento con cui hanno chiesto al governo un confronto politico per modificare la legge approvata dall'Ars a novembre e di garantire la continuità lavorativa dei beneficiari dei cantieri di servizio.