26 gennaio 2020
Aggiornato 12:30
Emendamento Malpensa

«Fumo negli occhi per coprire accordo con Air France»

E' il commento di Antonio Misiani, deputato PD e segretario della commissione bilancio della Camera, a fronte della presentazione da parte dei Relatori della maggioranza di un emendamento riguardante la vicenda Malpensa

«L'emendamento, così com'è, è solo fumo negli occhi per coprire l'accordo tra Alitalia e Air France, che Bossi non voleva e che ora è costretto a ingoiare. Serve a poco scrivere in una norma di legge che entro trenta giorni sarà promossa la definizione di nuovi accordi bilaterali nel settore del trasporto aereo: il Governo può già farlo. E se non l'ha ancora fatto, qualche spiegazione dovrebbero darcela i ministri leghisti presenti nell'esecutivo Berlusconi. Se la Lega e il PDL vogliono veramente salvare Malpensa, si impegnino ad una reale liberalizzazione degli slots, e si occupino della vicenda di Alitalia Cargo.«

E' il commento di Antonio Misiani, deputato PD e segretario della commissione bilancio della Camera, a fronte della presentazione da parte dei Relatori della maggioranza di un emendamento riguardante la vicenda Malpensa. «In commissione bilancio - prosegue Misiani - abbiamo presentato quattro sub-emendamenti su cui intendiamo sfidare la Lega e il PDL:
1) cancellazione della norma del decreto Alitalia che sottrae all'autorizzazione dell'autorità Antitrust l'operazione CAI - Alitalia;
2) estensione a 5 anni della validità delle autorizzazioni temporanee rilasciate da ENAC;
3) liberalizzazione, e non semplice ampliamento, del numero dei vettori e delle frequenze sulle rotte oggetto dei nuovi accordi bilaterali o della modifica di quelli vigenti, con particolare riferimento alla rotta Milano Linate - Roma Fiumicino;
4) impegno del Governo a garantire l'operatività del servizio cargo Alitalia nelle more dell'operatività di nuovi vettori nel settore merci. Se la liberalizzazione può salvare Malpensa, allora Lega e PDL la facciano davvero, votando i nostri subemendamenti.»