16 dicembre 2019
Aggiornato 03:30
Ma Lufthansa non intende abbandonare la partita

Alitalia, via libera da Parigi

Oggi il consiglio d'amministrazione della compagnia franco-olandese ha dato infatti il via libera all'accordo che dovrà poi essere approvato dal cda della compagnia di bandiera italiana che si terrà lunedì

Con tutta probabilità lunedì, o al massimo martedì, saranno ufficializzate le nozze tra Air France-Klm e la nuova Alitalia, anche se non e' da escludere una mossa a sorpresa di Lufthansa. Oggi il consiglio d'amministrazione della compagnia franco-olandese ha dato infatti il via libera all'accordo che dovrà poi essere approvato dal cda della compagnia di bandiera italiana che si terrà lunedì.

Ma Lufthansa non intende abbandonare la partita. Nonostante finora la compagnia tedesca non abbia presentato alcuna offerta per Alitalia «non significa che non possiamo ancora farlo. La possibilità c'e' ancora. Non siamo fuori dalla competizione», ha detto il portavoce di Lufthansa Claudia Lange. Intanto continuano le proteste del cosiddetto «fronte del Nord» che, per paura di un ridimensionamento dello scalo di Malpensa, preferirebbe un accordo con i tedeschi.

Ad alzare la voce questa volta e' il presidente della Provincia di Milano, Filippo Penati: «Mi aspettavo, dopo l'incontro di ieri a Roma, che il sindaco Letizia Moratti dichiarasse di avere chiesto al presidente del Consiglio la liberalizzazione dei diritti di volo. Invece silenzio. Non vorrei ci fossero titubanze ad alzare la voce contro il governo amico». Quando c'era il governo Prodi, ha aggiunto Penati, «non ho esitato ad alzare la voce per difendere Malpensa».