1 giugno 2020
Aggiornato 10:30
Energia eolica

Partono i parchi eolici nelle Marche. Conferenza stampa dell’assessore Giaccaglia

Il primo parco a ricevere l’autorizzazione verrà realizzato a Pergola

«La realizzazione di opere legate alle fonti rinnovabili o ad altre iniziative imprenditoriali, deve passare attraverso un’adeguata e precisa informazione diretta a coinvolgere i cittadini interessati. Se l’opinione pubblica non è informata il rischio è la chiusura al nuovo, per questo la comunicazione è estremamente importante quando si tratta di realizzare opere che si inseriscono nei territori.

 Pergola ciò è stato ben fatto, anche per questo siamo qui a festeggiare l’autorizzazione al primo parco eolico regionale. Come titolare del coordinamento delle regioni italiane in materia di energia, la Regione Marche sta lavorando affinché al più presto vengano approvate le linee guida nazionali sulla realizzazione dei parchi eolici, per uniformare e possibilmente snellire le procedure relative a questi impianti. Il settore delle rinnovabili rappresenta un’opportunità anche produttiva e occupazionale, nell’ottica di diversificazione dell’economia che il governo regionale persegue anche come via d’uscita dalle crisi industriali che ci stanno investendo». Lo ha detto Gianni Giaccaglia, assessore regionale all’Energia e fonti rinnovabili, nell’ambito della conferenza stampa tenuta oggi in Regione, in occasione dell’autorizzazione al primo parco eolico regionale. Hanno partecipato anche il sindaco di Pergola Giordano Borri - accompagnato da alcuni assessori della giunta comunale – rappresentanti dell’azienda che realizzerà il parco, il direttore dell’Associazione produttori energia da fonti rinnovabili, Marco Pigni, tecnici regionali.

Il parco sorgerà nel territorio del Comune di Pergola, località Piano Rotondo. Sarà costituito da dieci aerogeneratori della potenza nominale totale di 25 Mw, con una produzione annuale stimata di circa 56 mila Mwh.
La ditta proponente, Garbino Eolica di Milano, avvierà prossimamente le fasi per la realizzazione iniziando dall’allestimento del cantiere, che impiegherà esclusivamente ditte del luogo.

Il parco produrrà un quantitativo annuo di energia equivalente al consumo ad uso civile di circa 45 mila abitanti. L’inaugurazione è prevista per il primo trimestre del 2010, hanno riferito tecnici dell’azienda.
Quello di Pergola sarà un impianto all’avanguardia equipaggiato con turbine di ultima generazione in grado di massimizzare la produzione assicurando il minimo impatto, come è stato valutato nelle fasi istruttorie.
L’iter autorizzativo è stato complesso poiché impianti di questo tipo richiedono il coinvolgimento di diverse competenze a livello territoriale.
Va avanti quindi l’attuazione del Pear regionale per la parte delle fonti rinnovabili che, per l’eolico, prevede un obiettivo di 160 Mw da raggiungere entro il 2015. Un target addirittura superabile se le ulteriori 14 domande di nuovi impianti pervenute agli uffici regionali verranno autorizzate.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal