13 novembre 2019
Aggiornato 03:30
Class action

«Gravissima la proposta di cancellare la retroattività della class action»

Federconsumatori: «Ora non si pensi neanche lontanamente a farla slittare ancora»

Consideriamo gravissima la decisione di proporre un emendamento, a firma del Governo, per cancellare, nei fatti, la retroattività della class action.
Questo avviene in totale spregio di ogni diritto dei cittadini truffati, in diversi settori tra cui quello bancario, con i risaputi casi di Parmalat, Cirio, ecc.
Ma la cosa che ci preoccupa maggiormente è l’eventuale slittamento operativo di tale norma.

In questo caso, il Governo mostrerebbe tutte le proprie simpatie per chi, nel mercato, opera in maniera fraudolenta, contro gli operatori economici che, invece, rispettano le regole e, naturalmente, contro i cittadini che subiscono la violazione di quelle regole.

Chiederemo, già nella riunione del 17 dicembre del Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti, di mettere in campo ogni iniziativa per sconfiggere tale disegno e studieremo la messa in campo di azioni dimostrative a sostegno della promulgazione, immediata ed entro i tempi previsti, della legge stessa.