27 maggio 2024
Aggiornato 03:00
Sicurezza sul lavoro

Sicurezza nei luoghi di lavoro, insediato il nuovo Comitato di coordinamento

Spacca: «Collaborazione istituzionale per contenere gli infortuni»

Si è insediato, nelle Marche, il nuovo Comitato regionale di coordinamento nella materia della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro. La composizione dell’organismo è stata modificata, nel giugno scorso, per recepire le nuove disposizioni nazionali che mirano a «realizzare una programmazione coordinata degli interventi». I Comitati regionali provvedono a monitorare le attività svolte localmente, «per verificare il raggiungimento degli obiettivi, dandone comunicazione annuale ai ministeri della Salute e del Lavoro e della Previdenza Sociale».

Erano presenti il presidente della Regione, Gian Mario Spacca, gli assessori regionali alla Salute, Almerino Mezzolani, e al Lavoro, Ugo Ascoli. Entro 90 giorni il Comitato dovrà predisporre il regolamento e avviare la propria attività. «Abbassare l’incidente degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali rappresenta l’obiettivo principale del Coordinamento», ha evidenziato Spacca nel suo intervento. «Nella Marche stiamo ottenendo risultati importanti, grazie alla leale collaborazione con le istituzioni e le forze sociali. La sicurezza deve rappresentare il biglietto da visita della nostra regione».

Secondo l’assessore Mezzolani, gli accordi Stato-Regioni, le intese sottoscritte con Inail Marche e le scelte operate con il Piano sanitario «hanno permesso di migliorare le performance, spostando l’attenzione verso la prevenzione e il territorio». Recependo alcune sollecitazioni venute dai componenti del Comitato, in merito alla qualificazione della formazione e al ruolo delle Province, l’assessore Ascoli ha ribadito che «la formazione deve portare a una maggiore cultura della sicurezza, anche pensando a moduli calibrati per tipologie produttive, territoriali o di dimensione aziendale».