4 aprile 2020
Aggiornato 05:00
I single sono i più spreconi

Finisce in spazzatura il 10% della spesa

E’ quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare che ammonta a 560 euro all'anno per famiglia il valore del cibo che finisce tra i rifiuti secondo l’Adoc, in occasione della giornata della Colletta Alimentare

Nonostante la crisi, circa il 10 per cento dei soldi spesi dagli italiani per l’acquisto di prodotti alimentari finisce nella spazzatura con una tendenza all’aumento dovuta ai cambiamenti degli stili di vita con minor tempo dedicato alla preparazione e alla conservazione dei cibi ma anche al recupero degli avanzi a tavola.

E’ quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare che ammonta a 560 euro all'anno per famiglia il valore del cibo che finisce tra i rifiuti secondo l’Adoc, in occasione della giornata della Colletta Alimentare.

Ad essere gettati nel bidone sono sopratutto - sottolinea la Coldiretti - gli avanzi quotidiani della tavola ma anche prodotti scaduti o andati a male con frutta, verdura, pane, pasta, latticini e gli affettati che si classificano tra i prodotti più a rischio.

Tra i più spreconi ci sono i single per la necessità di acquistare spesso maggiori quantità di cibo per la mancanza di formati adeguati ma anche - conclude la Coldiretti - per uno stile di vita che li porta spesso a mangiare fuori casa e rende più facile dimenticare in fondo al frigorifero la confezione di latte aperto, la mozzarella, la confezione di insalata aperta, i tortelloni iniziati, tutto inesorabilmente destinato a finire nella pattumiera.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal