31 maggio 2020
Aggiornato 05:00
Strage acciaieria Thyssen

Imputati rinviati a giudizio, l'AD risponderà di omicidio volontario

L'amministratore delegato sarà processato per omicidio volontario: è la prima volta che un'accusa del genere viene contestata per le morti sul lavoro

Sono stati tutti rinviati a giudizio i sei imputati per il rogo alla ThyssenKrupp di Torino avvenuto lo scorso 6 dicembre che costò la vita a sette operai. Questa la decisione del gup Francesco Gianfrotta che ha accolto la tesi della procura. L'amministratore delegato dell'azienda Harald Estenhan risponderà di omicidio volontario con dolo eventuale.

Sarà la prima volta che in Italia qualcuno verrà processato per omicidio volontario in relazione alle morti sul lavoro. Gli altri cinque dirigenti saranno invece processati per omicidio colposo con colpa cosciente. A tutti è contestato anche il reato di omissione dolosa di cautele antinfortunistiche. Il processo si aprirà il 15 gennaio in Corte d'Assise e riguarderà, oltre ai sei imputati, anche l'azienda nella veste di persona giuridica.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal