1 giugno 2020
Aggiornato 11:00
Zootecnia

Situazione critica per il settore da carne bovino

Confagricoltura: «Prezzi alla produzione dei bovini, vitelli e vacche da macello, che registrano una contrazione del 19% rispetto allo stesso periodo del 2007»

La Confagricoltura guarda con preoccupazione agli ultimi dati sull’andamento dei prezzi alla produzione dei bovini, vitelli e vacche da macello, che registrano una contrazione del 19% rispetto allo stesso periodo del 2007. Mentre si assiste ad aumento dei prezzi della carne bovina al consumo che non è assolutamente giustificabile e che si sta ripercuotendo sulle vendite, in costante diminuzione, e nelle scelte dei consumatori sempre meno indirizzate verso prodotti di fascia alta.

Gli allevatori italiani – rimarca l’Organizzazione agricola – stanno da tempo fronteggiando il cattivo funzionamento del mercato e l’inerzia con cui il settore si mantiene in una situazione di opprimente disequilibrio, con prezzi al di sotto del punto di pareggio economico aziendale.

Inoltre, la crisi finanziaria in atto coinvolge in maniera assai preoccupante le imprese zootecniche, che si trovano in talune circostanze a vedersi precluso l’accesso al credito e comunque con una liquidità disponibile inferiore alle reali necessità.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal