11 luglio 2020
Aggiornato 00:30

Bloccato l’aeroporto di Lampedusa

Per il disinnesco di una bomba aerea risalente alla seconda guerra mondiale

All’interno dell’aeroporto di Lampedusa è stata rinvenuta, durante la esecuzioni di alcuni lavori, una bomba aerea da 500 libbre di nazionalità americana, risalente al secondo conflitto mondiale.
Le operazioni di disinnesco e di brillamento hanno avuto inizio alle ore 10.30 del 20 ottobre e si sono concluse intorno alle ore 14.30 senza alcun incidente.
Le attività di messa in sicurezza hanno previsto l’evacuazione di circa 80 persone che sono state sistemate in una idonea struttura individuata come punto di accoglienza.
L’aeroporto di Lampedusa è stato chiuso al traffico per tutta la durata delle operazioni.

Presso il Comune di Lampedusa è stata istituita una ‘Sala Situazioni’ che, in diretto contatto con la Sala della Protezione Civile della Prefettura, ha seguito l’andamento di tutte le attività.

Le operazioni di disinnesco e di distruzione della bomba sono state definite in una riunione che si è svolta il 10 ottobre presso il distaccamento dell’Aeronautica di Lampedusa alla quale hanno partecipato i rappresentanti di tutti gli enti e gli organismi interessati.
Nel corso dell’incontro sono state individuate le misure di sicurezza da adottare durante le operazioni, quelle all’interno dell’area aeroportuale di Lampedusa e quelle nelle zone adiacenti, nonché nel luogo previsto per il brillamento dell’ordigno.
Con un’apposita disposizione il Prefetto ha definito le ‘linee guida’ sullo svolgimento delle operazioni e sulle misure da assumere a tutela della pubblica e privata incolumità.
Nella disposizione prefettizia è stato previsto il coinvolgimento del IV° Reggimento Genio Guastatori di Palermo, delle Forze di Polizia, della Capitaneria di Porto, dei Vigili del Fuoco, della Azienda Sanitaria Locale n. 6 di Palermo, del Dipartimento Regionale della Protezione Civile, dell’ENAC Direzione Aeroportuale di Palermo, del Comune di Lampedusa nonché delle società erogatrici dei servizi di energia elettrica e telefonica sull’isola.