19 novembre 2019
Aggiornato 18:00
Un assaggio dell’esposizione mondiale del 2015

A2A all'Expo Village di Varese

Al via nella cittadina lombarda la vetrina «expo village»

E’ stato inaugurato oggi a Varese l’Expo Village, una prima vetrina sui progetti e i contenuti dell'esposizione universale che vedrà protagonista Milano tra 7 anni. Quindici giorni di convegni, dibattiti, presentazioni di progetti rivolti al pubblico che si svolgeranno all'interno di un villaggio allestito nel centro di Varese. A2A partecipa all’importante iniziativa con un proprio stand e con una serie di dibattiti sul tema dell’energia.

A2A è la multiutility nata il primo Gennaio 2008 dalla fusione tra Asm Brescia e Aem Milano con l’apporto di Amsa ed Ecodeco, le due società ambientali acquisite dal Gruppo, esempi di eccellenza in Italia ed in Europa. A2A è il secondo operatore nazionale elettrico per capacità installata e volumi di vendita, con un primato nell’energia rinnovabile grazie ad una quota sostanziale, circa il 28%, ottenuta dall’idroelettrico. A2A è al primo posto tra le ex-municipalizzate italiane con un fatturato superiore ai cinque miliardi di euro e un numero di clienti pari a circa 2 milioni. Il nuovo Gruppo è anche leader nazionale nel settore ambientale grazie agli oltre 3 milioni di tonnellate di rifiuti trattati, dei quali 1,7 milioni utilizzati per produrre elettricità ed il primo nel settore del teleriscaldamento. Per quanto riguarda il settore del gas, con oltre 2 miliardi di metri cubi venduti, A2A è il terzo operatore nazionale.

A2A, dopo le recenti acquisizioni dal gruppo E.ON (ex Endesa) della centrale Termolelettrica di Monfalcone e del nucleo idroelettrico della Calabria, si conferma tra i principali leader del mercato italiano. A2A ambisce ad essere protagonista anche in Europa, grazie al controllo di Edison ( insieme ad EDF), alla partecipazione in Edipower e alla rilevante quota nella svizzera ATEL.
A2A ha inoltre acquisito la società francese Coriance, che opera nell’hinterland parigino ed in altre importanti città come Digione e Tolosa: 20 impianti nel settore del teleriscaldamento e della cogenerazione.