28 gennaio 2020
Aggiornato 02:30
A difesa dei piccoli azionisti. Chiesta convocazione dell’assemblea dei soci

Alitalia: depositato oggi ricorso Codacons in Tribunale

«E in caso di sospensione dei voli, l’associazione chiede a Fantozzi di garantire ai passeggeri che hanno già un biglietto di viaggiare su altre compagnie senza costi aggiuntivi»

E’ stato depositato oggi dinanzi al Tribunale di Roma il ricorso con cui il Codacons intende difendere i piccoli azionisti dell’Alitalia.

«Con questo atto abbiamo chiesto al Tribunale di annullare la delibera del CdA del 29 agosto scorso, con la quale è stata dichiarata l’insolvenza dell’azienda – spiega il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – e contestualmente abbiamo richiesto la convocazione dell’assemblea degli azionisti, cui spetta il compito di decidere circa le sorti della società. Questo ricorso – prosegue Rienzi – non implicherà alcun ritardo nella possibilità di un accordo tra le varie parti, e mira unicamente a tutelare gli azionisti Alitalia».

Il Codacons rivolge poi un appello direttamente al Commissario Straordinario Augusto Fantozzi.
In caso di sospensione dei voli deve essere assicurato a chi ha già acquistato un biglietto Alitalia il diritto di partire, imbarcando i passeggeri a bordo di aerei di altre compagnie senza alcuna spesa aggiuntiva per i viaggiatori. In caso contrario, si arriverebbe ad una serie di richieste di risarcimento danni da parte dei cittadini lasciati a terra.