19 gennaio 2020
Aggiornato 08:30
Dichiarazione di Antonio Foccillo, segretario confederale UIL

Inflazione: aumentare il potere di acquisto di salari e pensioni

Ancora una conferma, viene dall’Istat, sugli aumenti stratosferici dei prezzi di prima necessità – dichiara Foccillo - e di un’inflazione che si attesta al 4,1.

Quello che preoccupa- continua Foccillo - è l’aumento dei beni essenziali ed in particolare i prezzi di pasta, pane e latte che non conoscono freni e di conseguenza i salari e le pensioni - che hanno già subito una riduzione del potere di acquisto - se non adeguati, non riescono a stargli dietro.

E’ necessario che il Governo ci convochi al più presto – conclude Foccillo - per valutare le opportune iniziative in quanto oramai si è arrivati ad un punto di non ritorno.