29 ottobre 2020
Aggiornato 15:00
Il governo degli Stati Uniti è al lavoro per domare gli effetti del ciclone Lehman Brothers

Crack Lehman Brothers, Bush: «Lavoriamo per ridurre gli effetti dello choc»

Intanto, dopo la richiesta di fallimento della Lehman e la vendita di Merrill Lynch, le borse vanno a picco. Il presidente Usa: l'economia è robusta

Il governo degli Stati Uniti è al lavoro per domare gli effetti del ciclone Lehman Brothers. Così, il presidente George Bush prova a rassicurare i mercati finanziari dopo il fallimento della quarta banca d'affari statunitense. Il crac della Lehman Brothers, insieme alla notizia dell'acquisto da parte della Bank of America dell'altro gigante della finanza Merrill Lynch, hanno fatto colare a picco tutte le borse internazionali. In Europa sono andati bruciati 125 miliardi di euro di capitalizzazione.

La Banca centrale europea per garantire livelli adeguati di liquidità nel Vecchio Continente ha immesso 30 miliardi di euro in un'asta straordinaria. E gli Stati Uniti cosa stanno facendo per arginare la crisi? «L'amministrazione sta lavorando per ridurre le turbolenze dei mercati e minimizzare l'impatto di questi sviluppi sulla intera economia», ha detto dalla Casa Bianca Bush. Il presidente americano ha ammesso che la crisi «può essere dolorosa nel breve termine», ma si è mostrato ottimista per il futuro dell'economia statunitense: «I nostri mercati finanziari - ha spiegato Bush - sono flessibili e robusti e possono adattarsi a questi aggiustamenti».