15 dicembre 2019
Aggiornato 13:00
Morti Bianche

Falotico (Cisl): «Positivo il via libera al fondo per le famiglie che hanno perso congiunti sul lavoro»

«Massimo sforzo sul capitolo prevenzione»

Il segretario generale della Cisl Basilicata, Nino Falotico, accoglie con soddisfazione il via libera dato dal comitato di sorveglianza sugli infortuni al fondo economico per il sostegno alle famiglie che hanno perso un congiunto sul lavoro. Falotico sottolinea «il ruolo fondamentale svolto in particolare, dalla Cisl e da tutto il sindacato confederale nel volere ed ottenere una misura di civiltà che rende parzialmente giustizia alle famiglie dei caduti sul lavoro».

Falotico, pur sottolineando che «non può esistere una formula in grado di quantificare il valore di una vita umana», sostiene che «il contributo economico, che può arrivare fino a 12 mila euro, potrà alleviare, almeno in parte, il disagio di chi dall'oggi al domani è costretto a fare i conti con la totale mancanza di reddito, una conseguenza drammatica, spesso sottaciuta per un più che giustificato senso del pudore, che colpisce in modo particolare le famiglie monoreddito».

Sottolineando che questo è un importante passo avanti tra le priorita' delle cose da fare «la lotta agli infortuni si fa elevando l'asticella dei diritti e mettendo un freno alla progressiva precarizzazione del lavoro», Falotico invita l'assessore Loguercio a dare continuità subito dopo ferragosto per mettere in campo azioni di contrasto più incisive in grado di arginare il fenomeno infortunistico, a cominciare dai settori che hanno versato in questi ultimi anni il maggiore tributo di sangue, come l'agricoltura e l'edilizia».

Inoltre tra le urgenze delle cose da affrontare ricordiamo che vi è quella della formazione, dell'informazione, legalità e norme piu' severe sugli appalti e sub-appalti, in una parola spingere l'accelleratore sulla cultura della prevenzione.