17 ottobre 2019
Aggiornato 22:00
Costi della Burocrazia

In Friuli progetto pilota di riduzione delle spese di gestione documentale degli uffici

Protocollo d’intesa tra il Ministro Brunetta, la Regione Friuli Venezia Giulia e Microsoft Italia

Il Ministro per la Pubblica amministrazione e l'Innovazione, Renato Brunetta, ha firmato oggi un Protocollo d'intesa con il Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Renzo Tondo, e l'Amministratore Delegato di Microsoft Italia, Pietro Scott Jovane, per la realizzazione di un progetto pilota di ammodernamento e dematerializzazione della gestione documentale degli uffici.

Il tema della dematerializzazione della documentazione prodotta nell'ambito dell'attività della pubblica amministrazione rappresenta attualmente uno degli elementi di rilievo all'interno dei processi di riforma della gestione dell'attività amministrativa in ambiente digitale e costituisce una delle linee di azione maggiormente significative ai fini della riduzione della spesa pubblica, in termini sia di risparmi diretti (carta, spazi, ecc.) sia di risparmi indiretti (tempo, efficienza, ecc.).

Il Progetto di sperimentazione avviato con la Regione Friuli Venezia Giulia sarà applicato in particolare al Servizio di gestione del personale. Verranno, a tal fine, analizzati gli attuali processi operativi ed i documenti cartacei che tali processi generano; inoltre, la digitalizzazione non si limiterà ad una mera riproduzione degli attuali flussi, ma ad una loro ottimizzazione mediante l'uso di tecnologie collaborative e di archiviazione documentale. Il progetto pilota si pone l'obiettivo sia di risolvere un reale problema di efficienza e di abbattimento costi nell'Ente prescelto, sia quello di poter essere usato come best practice, divenendo così riusabile.

«Quella della semplificazione amministrativa è un punto qualificante dell'azione di governo che mi sono prefissato. Questo Protocollo, brillantemente predisposto dall'assessore De Anna, è un utile contributo nella giusta direzione e ne attendo con grande interesse gli esiti operativi. Sono certo che le professionalità che il sistema Friuli Venezia Giulia metterà in campo su questo progetto potranno concorrere al suo successo e alla sua diffusione come best practice in altre Regioni» ha dichiarato il Presidente Renzo Tondo.

«Microsoft ha sviluppato esperienze in diversi ambiti progettuali del settore della Pubblica Amministrazione a livello internazionale: da tali esperienze si è andata concretizzando una proposta architetturale e applicativa sul quale si fonda appunto il progetto avviato con la Regione Friuli, basato su un framework riusabile chiamato Citizen Services Platform. Siamo lieti di poter mettere a frutto le nostre competenze affinché la Pubblica Amministrazione digitale diventi una realtà nel nostro Paese» - ha invece dichiarato Pietro Scott Jovane.

Per lo svolgimento del progetto, che non comporta oneri a carico del bilancio dello Stato e della Regione, Microsoft Italia metterà a disposizione le risorse necessarie e coinvolgerà partner locali con le adeguate competenze tecniche e progettuali, tra i quali la società INSIEL da sempre attiva nei processi di innovazione tecnologica a fianco della Regione Friuli Venezia Giulia collaborerà con proprio personale tecnico e funzionale, portando la competenza necessaria per la comprensione della parte amministrativa e procedurale. Il Dipartimento per l'innovazione e le tecnologie, con l'obiettivo del miglioramento dei processi di erogazione dei servizi e dei processi gestionali ed organizzativi delle Regioni e degli Enti Locali, fornirà le indicazioni guida per il riutilizzo del progetto pilota al fine di estenderne gli eventuali risultati positivi ad altre amministrazioni.