21 ottobre 2021
Aggiornato 23:00
Contratto integrativo del gruppo San Pellegrino

Raggiunto accordo per i 2.500 lavoratori della San Pellegrino

L’intesa prevede un incremento del salario variabile del 40% per il quadriennio 2008 - 2011

E’ stato raggiunto nella prima mattina presso l’Assolombarda un accordo sulla parte economico-salariale del contratto integrativo del gruppo S. Pellegrino.
Il confronto fra organizzazioni sindacali e azienda si era interrotto nelle scorse settimane proprio su questo tema, suscitando l’immediata mobilitazione dei lavoratori.

L’intesa prevede un incremento del salario variabile del 40% per il quadriennio 2008 - 2011, che porta di conseguenza l’importo da erogare ai lavoratori a 7.000 euro nei prossimi quattro anni.

«L'accordo raggiunto rappresenta un buon viatico per la conclusione del negoziato per il rinnovo dell'integrativo di gruppo» – ha dichiarato il Segretario nazionale della Flai-Cgil Antonio Mattioli – «e testimonia come la mobilitazione dei lavoratori dei giorni scorsi abbia permesso di raggiungere il risultato che ci eravamo prefissati in piattaforma».

Il gruppo è leader nel comparto delle acque e bevande, impiega circa 2.500 lavoratori e gestisce marchi come S.Pellegrino, Levissima, Vera, Acqua Panna, Recoaro.
«Per questo» – ha proseguito Mattioli – «il risultato raggiunto potrà fungere da volano per l'intero comparto».

Il confronto tra le organizzazioni sindacali e il gruppo S.Pellegrino continuerà il prossimo 9 settembre e sarà incentrato sulla parte normativa.