28 ottobre 2021
Aggiornato 23:00
Audizione al Senato

Confagricoltura: ricetta in sette punti per rilanciare l’agricoltura

«Al settore agricolo serve stabilità delle norme, delle condizioni di mercato e degli strumenti di sostegno»

La manovra economica ed il mantenimento delle agevolazioni fiscali per il settore agricolo; il negoziato Wto e le ripercussioni sull’agricoltura europea ed italiana («l’agricoltura non può e non deve essere merce di scambio negoziale»); quindi gli Ogm e la riattivazione della sperimentazione. Sono questi i principali temi affrontati dal presidente di Confagricoltura, Federico Vecchioni, nell’audizione presso la Commissione Agricoltura del Senato sulle problematiche del comparto agricolo.

«Al settore agricolo serve stabilità delle norme, delle condizioni di mercato e degli strumenti di sostegno», ha rimarcato il presidente Vecchioni sollecitando interventi attinenti, oltre che alla stabilità fiscale, anche alle politiche del lavoro, alla sburocratizzazione, alla ricerca ed all’innovazione, a nuove politiche energetiche. «Confagricoltura - ha poi spiegato - ha come obiettivo quello di mettere a disposizione degli agricoltori le migliori tecnologie possibili per migliorare le produzioni; in tale ambito si è fatta promotrice di alcune iniziative volte a verificare l’importanza della coltura GM nel panorama italiano, previa valutazione scientifica degli impatti ambientali e sanitari».

Per Confagricoltura i capitoli dei provvedimenti più urgenti per il settore primario sono sette:
FISCO, PREVIDENZA, LAVORO: stabilizzazione dell’Irap e delle agevolazioni contributive per le zone montane e svantaggiate; diminuzione dell’accisa sul gasolio agricolo; riduzione oneri previdenziali per imprese soggette a contribuzione ordinaria; estensione «voucher» ai lavori agricoli stagionali;
OGM: assunzione di decisioni formali per la definizione delle regole di coesistenza e procedere all'utilizzo delle coltivazioni Ogm autorizzate. Per quanto riguarda la ricerca, Confagricoltura ha lanciato una proposta concreta: quella di avviare la sperimentazione per testare la possibilità di realizzare la coltivazione del mais Ogm in secondo raccolto.
COMPETITIVITA': norme che incentivino la costituzione di società in agricoltura; concessione di crediti d'imposta alle imprese che introducano innovazioni tecnologiche; strumenti normativi per rafforzare la contrattazione di filiera;
SEMPLIFICAZIONE: in materia di lavoro e previdenza eliminazione della duplicazione e di documenti inutili, a partire da registro impresa e denuncia aziendale; revisione disciplina su immigrazione, semplificando disposizioni per ingresso cittadini extracomunitari per motivi di lavoro;
ENERGIA: attuazione incentivi su biomasse (Finanziaria 2008 e collegato); innalzamento quota obbligatoria di energia da fonti rinnovabili (almeno 1%) e revisione criteri accesso al mercato;
ACQUA: definizione piano per opere irrigue;
SICUREZZA: programma per l’attuazione di sistemi e di controllo territoriale.