16 ottobre 2021
Aggiornato 05:30
Scende fortemente a luglio la fiducia dei consumatori

ISAE: «Scende a luglio fiducia consumatori»

Secondo la consueta indagine dell'Isae l'indice si attesta a 95,8 da 99,9 dello scorso mese, sui minimi dal novembre 1993

Scende fortemente a luglio la fiducia dei consumatori. Secondo la consueta indagine dell'Isae l'indice si attesta a 95,8 da 99,9 dello scorso mese, sui minimi dal novembre 1993. Gli indicatori relativi al quadro economico generale e alle aspettative a breve termine segnano le flessioni piu' significative, passando rispettivamente da 81,6 a 72,2 e da 97,6 a 88,4. La fiducia sulla situazione personale degli intervistati passa da 109,9 a 108,9 mentre quella relativa alla situazione economica corrente rimane sostanzialmente invariata a 103 (era 103,1 in giugno).

Si deteriorano in particolare le previsioni sulla situazione economica del paese e sul mercato del lavoro; tra le altre variabili, in controtendenza con il resto dell'indagine recuperano le valutazioni circa gli acquisti correnti di beni durevoli ma calano le future intenzioni di acquisto.
Circa l'andamento dei prezzi, si ridimensionano parzialmente i giudizi sugli aumenti registrati negli ultimi 12 mesi ma si rafforzano le attese inflazionistiche per i 12 mesi successivi.

Secondo le consuete domande trimestrali, diminuiscono le intenzioni di acquisto dell'automobile, ma recuperano quelle relative all'abitazione (acquisto e soprattutto manutenzione straordinaria).
La fiducia scende in tutte le ripartizioni territoriali, con flessioni particolarmente marcate nel Nord Est e nel Mezzogiorno.