16 ottobre 2021
Aggiornato 04:00
Mantenimento della neutralità fiscale nel settore agricoltura

Fisco, Marini (Coldiretti): «importante rispetto impegni Berlusconi»

Da problema rifiuti in gioco mezzo punto di Pil per danni di immagine

Un segnale molto importante per il sostegno alla competitività delle imprese agricole e dell'intero Made in Italy agroalimentare è venuto dall'annuncio del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e del Ministro delle politiche agricole Luca Zaia per il mantenimento della neutralità fiscale nel settore.

E' quanto ha affermato il presidente della Coldiretti Sergio Marini nel tracciare le conclusioni dell'Assemblea Nazionale della più grande organizzazione agricola italiana ed europea, dove il capo del governo ha assicurato che ci saranno le proroghe fiscali richieste per il settore. Le norme fiscali che saranno discusse a settembre e che il premier Berlusconi intende confermare riguardano l'aliquota Irap all'1,9 per cento, l'accisa zero sul gasolio per riscaldamento di serre, la tassazione fissa all'1 per cento per l'acquisto di terreni da parte di imprenditori agricoli, gli sgravi contributivi per i lavoratori agricoli e il fondo di solidarietà.

Particolarmente apprezzato anche l'annuncio del superamento dell'emergenza rifiuti a Napoli in Campania, la cui soluzione secondo il presidente della Coldiretti salva mezzo punto di Pil messo in gioco dai danni di immagine provocati al Made in Italy in Italia e all'estero.