28 ottobre 2021
Aggiornato 22:30
Bed & breakfast, affittacamere, case per ferie: ecco le nuove norme della Regione Lazio

Bed&Breakfast, Marrazzo: «Nuovo regolamento occasione di sviluppo»

«Il turismo - spiega il Presidente Piero Marrazzo - è un settore strategico per l'economia della nostra regione e valorizzare le vocazioni del territorio è da sempre la nostra priorità»

Bed & breakfast, affittacamere, case per ferie: ecco le nuove norme. E sui bed & breakfast di Roma scatteranno subito i controlli. Su proposta dell'assessore al Turismo della Regione Lazio, Claudio Mancini, la giunta Marrazzo ha dato il via libera definitivo al «Regolamento di disciplina delle strutture extralberghiere», che tra l'altro introduce per la prima volta l'obbligo anche per i gestori dei Bed & Breakfast di richiedere una vera e propria autorizzazione al Comune di appartenenza.

«Il turismo - spiega il Presidente Piero Marrazzo - è un settore strategico per l'economia della nostra regione e valorizzare le vocazioni del territorio è da sempre la nostra priorità. E' per questo motivo che stabilire delle regole certe e omogenee delle strutture extralberghiere capaci di garantire chiarezza e semplificazione agli operatori e alle amministrazioni locali rappresenta un'occasione di sviluppo ordinato dell'offerta ricettiva e un'opportunità quindi per la crescita economica».
Con questo lavoro normativo, sottolinea infatti l'assessore al Turismo Claudio Mancini, la Regione punta «a fissare regole certe e omogenee su tutto il territorio regionale e a mettere in grado le amministrazioni locali di farle rispettare. Intendiamo dare maggiori garanzie agli utenti, ma anche ai gestori delle strutture ricettive e soprattutto miriamo a stimolare la crescita della qualità dell'offerta ricettiva del Lazio».

Il testo - che è uno dei regolamenti attuativi della nuova legge regionale sul turismo, la 13 del 2007 - prevede tra l'altro che le amministrazioni comunali debbano dare una risposta entro 30 giorni alle richieste di autorizzazione. Chi gestisce un'attività di bed & breakfast avrà obbligo di residenza e di domicilio nell'appartamento dove ospita i turisti e dovrà affiggere una targa che riporti gli estremi dell'autorizzazione.
Sull'applicazione delle nuove norme partiranno a strettissimo giro i controlli: insieme al regolamento licenziato oggi dalla giunta, infatti, la Commissione Turismo della Pisana presieduta da Domenico Di Resta - dove il testo ha fatto il suo penultimo passaggio - ha approvato un ordine del giorno che impegna l'assessore regionale al Turismo, di concerto con il Comune di Roma, a verificare l'impatto delle nuove regole nei bed & breakfast della Capitale, dopo 6 mesi dall'entrata in vigore.
Il regolamento attuativo sulle strutture extralberghiere è il secondo approvato in via definitiva dalla giunta regionale, dopo quello relativo alle agenzie di viaggio, varato la scorsa settimana.