23 luglio 2024
Aggiornato 11:30
tra Pordenone, Udine e Trieste

Scoperto giro di prostituzione dalla Thailandia al Fvg per centinaia di migliaia di euro

La polizia ha sequestrato 4 case di appuntamenti e disposto 7 misure cautelari

FVG - Reclutavano in Thailandia giovani da avviare alla prostituzione e le facevano arrivare in Europa con visto turistico delle autorità thailandesi o cambogiane. Una volta giunte in Finlandia, Svizzera e Spagna venivano prelevate e accompagnate in Italia per esercitare in strutture pubblicizzate su siti internet a luci rosse. Sono sette persone nei confronti delle quali la polizia ha eseguito misure cautelari. Nel corso dell'operazione sono state sequestrate quattro case di appuntamento tra Pordenone, Udine e Trieste. L'attività sviluppava un volume d'affari di centinaia di migliaia di euro.

I DETTAGLI DELLE INDAGINI - L'operazione è stata condotta, la notte scorsa, dalla Squadra Mobile della Questura di Pordenone. L'inchiesta ha permesso di smantellare un'organizzazione - composta da sei thailandesi e un italiano - dedita all'introduzione dal sud-est asiatico di giovani ragazze e transessuali che venivano avviate alla prostituzione in quattro case di appuntamenti: due operative a Pordenone, una a Udine e una Trieste.
Le indagini hanno consentito di identificare 10 ragazze thailandesi ed alcuni transessuali che venivano sfruttati sessualmente; accertato inoltre un volume d'affari molto ingente. Parte degli incassi, attraverso agenzie di 'money transfer', venivano veicolati verso la Thailandia ai complici reclutatori. Il blitz della scorsa notte è stato portato a termine con la collaborazione delle Squadra Mobili di Udine e Trieste e con l'intervento di equipaggi del reparto prevenzione crimine 'Veneto' della Polizia di Stato di Padova.