15 aprile 2021
Aggiornato 00:30
Lingue

5 modi di dire scozzesi che devi conoscere

Lo scozzese è una lingua affascinante. La radice inglese ha subito non poche variazioni, tanto che, sebbene sia parlata ormai da 5 milioni di persone, oggi è strutturata in diversi gerghi e tanti dialetti

Castello Scozia
Castello Scozia Ufficio Stampa

Lo scozzese è una lingua affascinante. La radice inglese ha subito non poche variazioni, tanto che, sebbene sia parlata ormai da 5 milioni di persone, oggi è strutturata in diversi gerghi e tanti dialetti, ciascuno dei quali utilizza accenti propri. Visitando Edimburgo ti accorgerai ben presto che vi sono dei termini e delle espressioni ricorrenti. Dopo aver preso delle lezioni di inglese online non ti resta che imparare alcuni modi di dire scozzesi: una volta memorizzati, potrai confonderti tra la folla senza difficoltà.

1. Aye, banter e braw: esprimi al meglio la tua approvazione e il tuo entusiasmo

Il termine «aye» ha il significato di «sì». Quindi, lo sentirai dire spesso. Dovrai fare attenzione a un piccolo particolare: quando «aye» è seguito da «right» sta a significare «non ci posso credere!» ossia incredulità davanti ad un avvenimento o una notizia. L'entusiasmo massimo, invece, si esprime con il termine «brow». Questa è la parola più usata a Edimburgo: potresti, inoltre, trovarla molto spesso nel fumetto «Oor Wullie» quando il protagonista la utilizza per indicare tutto ciò che è fantastico. L'ultimo termine, «banter» invece, si utilizza con riferimento particolare alle conversazioni, oppure per sottolineare quanto una battuta sia stata spiritosa.

2. Dreich per i giorni grigi

Per indicare che una giornata è cupa e triste gli scozzesi utilizzano l'aggettivo «dreich»: sicuramente, visto il clima scozzese, sarà molto utilizzato.

3. Per zittire qualcuno, dii a qualcuno di «non farlo!»: Haud yer wheesht e Dinnae

Potrebbe succedere di ritrovarsi nella condizione di imporre a qualcuno di non fare qualcosa, magari di pericoloso, oppure di far star zitto qualcuno. In questi casi, gli scozzesi hanno delle espressioni particolari. Per bloccare qualcuno e dirgli di non fare una cosa, gli scozzesi usano «Dinnae». Questa parola, significa letteralmente «Don't» ma ha un significato rafforzato rispetto al corrispettivo inglese.

Per far star zitto qualcuno, invece, si usa l'espressione «Haud yer wheesht». La traduzione letterale è «tieni a freno la lingua» o «fai silenzio!». L'intera frase è riportata spesso anche sulle spille che si acquistano nei negozi di souvenir.

4. Poco denaro ben investito cresce a dismisura

Utile se hai bisogno di farti capire da uno scozzese con cui hai rapporti commerciali: «Mony a mickle maks a muckle». Si tratta di un vecchio proverbio scozzese, che sta a significare che le piccole somme di denaro, se vengono investite nel giusto modo, possono moltiplicarsi e crescere in maniera considerevole. Il gioco di parole è tanto musicale che è divertente anche solo pronunciare questa espressione a voce alta.

5. Durante una serata con gli amici: Skite, Wur tearin' the tartan o Yer heid's o' mince

In Scozia non mancano le serate a base di aperitivi alcolici con gli amici. Se sei pronto ad avere anche tu una serata di questo genere avrai una «Skite» (serata). Esse si svolgono in club, pub o anche bar. Durante le serate con gli amici, non è raro avere una «wur tearin' the tartan», ovvero una chiacchierata appassionata. E se qualcuno alza un po' il gomito? Potrebbe beccarsi l'espressione «yer heid's full o' mince», ovvero «hai la testa piena di macinato» che significa che stai iniziando a dire cose assurde/illogiche.