26 novembre 2020
Aggiornato 13:30
Self storage

Cos’è il self storage? Tutto sul fenomeno «Hotel delle Cose»

Il self storage è sempre più diffuso e richiesto nel nostro Paese da Nord a Sud, nelle grandi città ma anche in provincia

Casaforte self depositi
Casaforte self depositi Casaforte

Italiani accumulatori seriali? Sembra di sì, stando al vero e proprio boom del self storage, sempre più diffuso e richiesto nel nostro Paese da Nord a Sud, nelle grandi città ma anche in provincia.

Ma che cos’è il self storage?

Il self storage è un servizio che mette a disposizione di privati e aziende depositi, box e magazzini di diverse metrature, in cui è possibile conservare oggetti personali di ogni genere.

La particolarità del self storage, e anche il suo grande vantaggio rispetto al tradizionale affitto di magazzini, è che il cliente può scegliere per quanto tempo utilizzare il magazzino pagando solo per il reale utilizzo, con la possibilità di rinnovare l’accordo per tutto il tempo che ritiene necessario.

Ideato negli Stati Uniti una quarantina d’anni fa, il self storage sta spopolando oggi anche in Italia grazie a operatori come Casaforte, che ha creato una rete di Hotel delle Cose in tutte le più importanti città (Milano, Roma, Torino, Genova, e via dicendo).

I consensi sempre maggiori che riceve il self storage derivano fondamentalmente dalle peculiarità che contraddistinguono questo tipo di servizio: convenienza (si paga solo il reale utilizzo e le tariffe giornaliere equivalgono al costo di un caffè) e flessibilità (il cliente può scegliere lo spazio dalle dimensioni più adatte e utilizzarlo a titolo esclusivo per tutto il tempo che vuole).

Gli spazi self storage sono richiesti indistintamente da privati e aziende, tutti uniti dallo stesso, urgente, bisogno di spazio:

  • collezionisti (ad esempio di libri, fumetti, oggetti di antiquariato, strumenti musicali), che non hanno più spazio in casa per tenere le loro «preziose» cose;
  • persone in procinto di traslocare e ristrutturare casa, alla ricerca di un posto sicuro, pulito e asciutto in cui conservare temporaneamente mobili e arredi;
  • aziende e professionisti, che utilizzano questi spazi per conservare archivi, mobili da ufficio e strumenti di lavoro;
  • commercianti, con un negozio fisico un business online, che hanno bisogno di una soluzione pratica ed economica per stoccare le merci in vendita;
  • studenti fuori sede, che devono gestire trasferimenti da una residenza all’altra (con relativo trasloco di vestiti, libri e tutte le cose personali).

I depositi self storage sono pensati per assicurare massima privacy e sicurezza. Prendiamo come riferimento Casaforte, che oggi è il maggior operatore di self storage in Italia: tutti gli Hotel delle Cose Casaforte sono accessibili a titolo esclusivo tramite un codice di accesso personale, nessun altro può quindi entrare nel box o vedere cosa c’è dentro; tutti gli spazi comuni sono inoltre videosorvegliati con sistemi di sicurezza, per garantire sempre la massima tranquillità.

Per quanto riguarda il prezzo del self storage, ogni operatore ha le sue policy e le sue tariffe. Il costo dipende principalmente dallo spazio richiesto, che può variare dai 2 mq a 30 mq o molto di più, anche 100 mq in base alle esigenze. Nel caso di Casaforte il costo parte da 1,50 € al giorno, anche se non è raro ottenere tariffe ancora più vantaggiose grazie ad accordi pluri-mensili o annuali e a promozioni speciali (come quella attiva ad ottobre: 1 € al mese nei depositi di Torino, Verona, Brescia, Padova e Varese).