15 dicembre 2019
Aggiornato 05:30

Luc Besson, aperta nuova inchiesta per stupro

Ad accusare il regista francese è l'attrice belga-olandese Sand Van Roy. In un primo momento i procuratori avevano fatto cadere le accuse per mancanza dei prove

Il regista francese, Luc Besson
Il regista francese, Luc Besson ANSA

MILANO - Un giudice francese ha ordinato la riapertura dell'inchiesta contro il regista Luc Besson per stupro. L'ha riferito, secondo l'agenzia di stampa France Presse, l'avvocato della presunta vittima. Ad accusare Besson è l'attrice belga-olandese Sand Van Roy. In un primo momento i procuratori avevano fatto cadere le accuse per mancanza dei prove. Secondo il suo avvocato, una nuova inchiesta è stata ordinata in seguito alla presentazione di nuove accuse contro il cineasta.

Besson ha sempre respinto le accuse

Van Roy ha detto alla polizia lo scorso anno di essere stata ripetutamente stuprata in un periodo di due anni dal regista di «Nikita» e del «Quinto elemento». In tutto sono nove le donne che hanno formulato accuse simili nei confronti del regista e produttore. Besson ha sempre respinto le accuse.