17 ottobre 2018
Aggiornato 23:30

Bonolis e famiglia in Kenya con il jet di lusso e il web non ci sta

Vacanze di Natale e Capodanno esotiche per il conduttore, i suoi figli e la moglie aggredita sui social da una pioggia di commenti negativi
Paolo Bonolis
Paolo Bonolis (ANSA)

Pioggia di attacchi sui social ai danni della famigli a di Paolo Bonolis. Dopo i duri commenti rivolti a Flavio Briatore per le sue vacanze di lusso con il figlio Nathan Falco, a finire sul patibolo mediatico sono il conduttore e la famiglia. Anche loro hanno deciso di trascorrere la fine del 2017 e l'inizio del 2018 in Kenya. E la moglie di Paolo, Francesca Bruganelli, come da prassi, ha condiviso suoi social foto e video per immortalare ogni istante di questa vacanza speciale. Ma agli attenti e anche un po' maliziosi followers è subito saltato all'occhio un particolare che nelle ultime ore sta smuovendo parecchie polemiche: l'aereo privato.

La foto, la pioggia di critica e la risposta
Anche la famiglia Bonolis ha viaggiato su un jet di lusso e questo molti proprio non sono riusciti a perdonarglielo. In particolare Sonia Bruganelli, ha pubblicato una foto di sua figlia, con un innocuo commento «ovviamente i giornali sono tutti suoi». Lo scatto e la didascalia volevano essere qualcosa di simpatico, sottolineando la passione della figlia per la lettura, ma in rete l'ironia non è stata colta e si è scatenato il putiferio. Gli utenti hanno iniziato a commentare la foto accusando la moglie di Bonolis di voler «mostrare a tutti i costi che sei ricca», di ostentare questa ricchezza e di non aver rispetto nei confronti di chi non può permettersi quel tipo di vita. Stanca delle continue offese e dei duri commenti, la Bruganelli ha deciso di rispondere per le rime: «Non ostento ricchezza. Siete voi che in una foto di una bambina con dei giornali sottolineate il fatto che è su un aereo privato. Per Adele e per gli altri miei figli non significa niente, anzi, preferiscono viaggiare con tanta gente. Io non gioisco alle spalle di nessuno. Il fatto che noi si possa prendere un aereo privato non cambia di un millesimo la vita di ognuno».