Musica

Justin Bieber getta il microfono e abbandona il concerto. La «colpa» sarebbe dei fan

Il giovane cantante canadese fa nuovamente parlare di sé. Durante il concerto di Manchester avrebbe abbandonato il palco. Il motivo sarebbe la cafoneria dei suoi fan che non smettevano di urlare, e lui non riusciva a parlare tra una canzone e l’altra.

Justin Bieber ha abbandonato il concerto di Manchester
Justin Bieber ha abbandonato il concerto di Manchester (Jack Fordyce | Shutterstock.com)

MANCHESTER – Il giovane cantante Justin Bieber ha trovato il modo di far nuovamente parlare di sé. E ancora una volta in toni non proprio lusinghieri. Ma, d’altronde, si dice ‘parlatene anche male, purché se ne parli’. Questa volta però non si tratta di faccende come la guida senza patente nel 2013 o altro, ma dell’aver abbandonato un concerto a metà. Lo ha fatto dal palco di Manchester (Uk), una delle tappe del suo tour mondiale, «Purpose tour».

Fan cafoni
Il motivo per cui Justin Bieber avrebbe gettato il microfono e abbandonato il concerto sarebbe da imputarsi alla cattiva condotta dei suoi fan. Pare che il cantante avesse chiesto al pubblico di non urlare continuamente, perché altrimenti non riusciva a parlare tra una canzone e l’altra. Il pubblico fin troppo accalorato ed esaltato non ha però smesso di girare. E così le cose, a un certo punto, sono precipitate. Justin ha perciò deciso di punto in bianco di lasciare il palco nel bel mezzo del concerto, lanciando via il microfono. Il pubblico di fan, accalcati a migliaia, sono rimasti ‘sconcertati’ (e proprio il caso di dirlo) della reazione.

Il rimedio
Nonostante la brusca e inaspettata reazione del cantante, dopo pochi minuti per fortuna Bieber è tornato sul palco. Ha poi così spiegato agli spettatori il perché del suo gesto. Lui voleva infatti andare oltre la musica e creare una connessione e un dialogo con tutti loro. Be’, salvato in corner.