26 maggio 2020
Aggiornato 06:00
Società

Infedeltà, meglio uno sconosciuto o uno che si conosce?

Un sondaggio rivela che molte persone ritengono che tradire il proprio partner o coniuge con uno sconosciuto sia meno rischiose che farlo con qualcuno che si conosce. E’ proprio così?

Infedeltà, meglio con uno sconosciuto
Infedeltà, meglio con uno sconosciuto Shutterstock

ROMA – Tradimenti, infedeltà… meglio con una persona che si conosce o con uno sconosciuto? A quanto pare, la maggioranza del popolo dei fedifraghi propende per tradire con uno sconosciuto, perché questo è meno rischioso che non con una persona che si conosce.

Meno sensi di colpa
Ad aver indagato sulle preferenze delle persone che hanno o cercano relazioni extraconiugali o scappatelle è stato il sito d’incontri Victoria Milan, rilevando che quando si tratta di traditori non vi sono regole scritte. Tuttavia, la scelta dell’amante può più spesso ricadere su uno sconosciuto: questo nel caso di oltre i tre quarti degli intervistati. Il motivo? Per esempio, perché non ci si sente in colpa se si è stati poco gentili o scortesi con questa persona. Oppure se si è troncato il rapporto in modo brusco.

Meno rischi
Altro motivo per cui un quarto dei partecipanti all’indagine preferisce avere una relazione con uno sconosciuto è che questo è molto meno rischioso che non altrimenti. Un amante che sia conosciuto quale un amico, un vicino di casa, un collega o addirittura un parente è invece molto più a rischio di essere scoperti. Oltre a ciò, un quinto degli intervistati ha affermato di sentirsi più a proprio agio con una persona che non conoscono, perché possono lasciarsi andare ed essere più se stessi. Infine, un 18% ha dichiarato che fare sesso con uno sconosciuto è semplicemente più eccitante che non con chi si conosce.

E meno coinvolgimento
Se dunque il 42% degli intervistati ha confessato che andare a letto con qualcuno che già si conosce è più rischioso, perché aumenta di molto le probabilità che si venga scoperti, la scelta di uno sconosciuto è anche dettata dall’intenzione di evitare troppi coinvolgimenti sentimentali, perché spesso si vuole fare sesso e basta – senza appunto troppe complicazioni. In sostanza, meno aspettative, meno impegno e meno patemi d’animo.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal