30 settembre 2020
Aggiornato 20:30
Psicologia e benessere

Di che umore sei oggi? Scopri gli aromi che ti fanno sentire bene

Sei depressa o con la testa fra le nuvole? Oppure troppi pensieri non ti permettono di concentrarti? Ecco gli essenziali che cambiano il tuo umore

Si chiama aromaterapia e, come dice il nome, si tratta di una cura (dolce) a base di semplici aromi. Questa antichissima disciplina sfrutta i vapori ottenuti dagli oli essenziali naturali che sono in grado di cambiare il nostro modo di essere e di pensare. Non si tratta affatto di idee campate in aria, ma di efficacia dimostrata negli anni attraverso vari studi scientifici. Ecco come un profumo può cambiare le tue giornate.

Il meccanismo di azione degli oli essenziali
Per capire come può un semplice olio essenziale modificare il nostro umore è importante capire il funzionamento delle prime vie respiratorie. All’interno delle nostre narici si trovano delle mucose nasali che possiedono una quantità incredibile di cellule nervose: dieci milioni per centimetro quadrato. Queste non invecchiano mai o, per meglio dire, si rigenerano più o meno secondo i ritmi lunari: ogni 28 giorni. Quando si inala un’essenza, essa fa reagire i piccoli peli vibratili presenti sulle cellule nervose. Il risultato è uno stimolo nervoso diverso a seconda della profumazione. Gli stimoli pertanto viaggiano attraverso i bulbi olfattivi che li inviano al Sistema Limbico, ovvero la parte più remota del nostro cervello. Qui risiedono i nostri ricordi e gli istinti innati. Questo contatto diretto con il sistema limbico e la corteccia cerebrale è in grado di provocare una vera e propria esperienza sensoriale modificando il nostro stato d’animo. È l’unico impulso elettrico che arriva in tale zona senza passare attraverso il talamo – sede della coscienza – che razionalizza ogni input acquisito dall’esterno.

A ogni olio essenziale, il suo umore
Secondo alcuni studi condotti da Franchomme e Pènoel, gli oli essenziali possono modificare le nostre emozioni, migliorando la gestione dello stress. L’utilizzo è molto semplice: si prende un flaconcino di olio essenziale puro al 100% e lo si avvicina alle narici. In alternativa, si possono versare alcune gocce su un fazzoletto o direttamente sul polso o sul collo, sedi in cui viene diffuso nel modo migliore (un po’ come per un’eau de toilette). In quest’ultimo caso, è bene miscelarli con un po’ di olio vegetale per evitare il contatto diretto con la pelle. Ecco quali puoi adoperare a seconda di come ti senti.

Ansia: se ti senti ansiosa prova a inalare un po’ di fiori d’arancio, di ylang ylang, melissa o lavanda. Ogni persona ha una percezione differente a seconda dell’olio essenziale che inala. Quindi è importante che tu scelga solo essenze il cui profumo ti è gradito.

Instabilità: se il tuo umore è ballerino, magari perché sei vicino al ciclo mestruale, prova a utilizzare le foglie di basilico o di melissa

Depressione: se ti senti depressa, sicuramente possono aiutarti la menta piperita, la scorza di cedro, le foglie di basilico o di origano.

Agitazione: giornata agitata? Prova a inalare l’olio essenziale di cipresso che aiuta a dare un po’ di equilibrio. In alternativa, puoi usare la scorza di arancio amaro.

Con la testa fra le nuvole: forse sei innamorata o, forse, oggi fai troppa difficoltà a concentrarti. L’olio giusto per te è la menta piperita.

Pessimista e angosciata: inala l’olio essenziale di bergamotto ogni 10 minuti, ti sentirai presto rasserenata