30 settembre 2020
Aggiornato 12:00
Gravidanza e salute

Sei in dolce attesa? Attenta al forno a microonde

Le onde elettromagnetiche possono essere pericolose per la salute del nuovo nascituro. I consigli per adottare le giuste precauzioni

Quando una donna porta il proprio piccolo in grembo, il suo tenore di vita diviene generalmente più salutare. È forse uno dei pochi momenti in cui la futura mamma riesce a prendersi cura di se stessa e del suo bambino. Nei nove mesi di gravidanza, infatti, è necessario seguire uno stile di vita più attento e sano. Tra i vari cambiamenti che si possono mettere in atto, ce n’è uno che forse pochi conoscono: l’utilizzo oculato del forno a microonde.

Il forno a microonde è pericoloso?
Nessuno mette in discussione la comodità del forno a microonde e non c’è motivo per decidersi a buttarlo nella spazzatura. Tuttavia, è necessario adottare qualche precauzione quando si è in dolce attesa, per evitare che il feto incorra in alcuni rischi per la salute. Alcuni studi scientifici, infatti, mettono in evidenza la possibilità che il nuovo nascituro nasca con deformità a causa di un uso improprio del forno a microonde.

Uno studio condotto su modello animale
Uno studio pubblicato sul Clinical And Experimental Obstetrics & Gynecology [1] ha mostrato come i topi in gravidanza esposti a radiazioni da microonde per una trentina di minuti al giorno, partorissero piccoli con gravi edemi cerebrali e vasi sanguigni notevolmente ristretti. La ricerca è stata condotta solo su modello animale, tuttavia gli effetti delle onde possono dar da pensare circa la salute del proprio figlio.

La regola più importante: usare un microonde di qualità
Non è necessariamente una questione di prezzo; tutt’altro. Ci sono elettrodomestici che costano meno e valgono di più. Un microonde di qualità, tuttavia, deve essere certificato come un prodotto a «bassa radiazione». Alcune ricerche, infatti, mettono in evidenza come le microonde, in modo analogo agli ultrasuoni e ai raggi X, possono interferisce con la crescita del feto. È bene quindi controllare che il proprio apparecchio emetta solo bassi livelli di radiazioni.

Se il forno è molto vecchio forse è arrivato il momento di cambiarlo
Se il forno a microonde è molto vecchio, la gravidanza potrebbe essere un buon motivo per sostituirlo. Con il tempo, infatti, il meccanismo di chiusura potrebbe non essere più perfetto e far fuoriuscire più radiazioni del dovuto. Con i modelli economici che si trovano adesso è senz’altro meno oneroso comprarne uno nuovo che far riparare quello vecchio.

Aumenta il rischio di asma
Infine, un’altra ricerca condotta dai ricercatori del Kaiser Permanente in California (Usa) ha mostrato come le donne in gravidanza esposte a un alto livello di onde elettromagnetiche hanno avuto figli con un rischio tre volte maggiore di sviluppare l’asma. Le onde elettromagnetiche e quelle considerate a Media Frequenza – Onde Medie o MF – hanno un equivalente nelle onde radio che si attesta tra i 300 kHz e 3000 kHz. Tra questi, oltre al microonde, c’è anche l’uso dell’aspirapolvere e del phon. Lo studio è stato pubblicato su Archives of Pediatrics and Adolescent Medicine.

 [1] Inalöz SS, Daşdağ S, Ceviz A, Bilici A. Acceptable radiation leakage of microwave ovens on pregnant and newborn rat brains. Clin Exp Obstet Gynecol.1997;24(4):215-9. PubMed PMID: 9478323.