11 agosto 2020
Aggiornato 05:00
Cinema novità

«45 anni», i dubbi sull'amore nella terza età

E se dopo tanti anni dal passato spuntasse un'altra donna? Charlotte Rampling e Tom Courtenay sono i protagonisti di «45 anni», film in uscita nella sale da questa sera

ROMA - E se all’improvviso ti rendessi conto che l’uomo che hai avuto accanto per tutta la vita potrebbe aver sempre pensato ad un’altra donna? Il 5 novembre l’appuntamento al cinema è con 45 Anni, il film di Andrew Haigh con Charlotte Rampling e Tom Courtenay, accolto trionfalmente all’ultimo Festival di Berlino.

La storia
Il dubbio, è l’elemento fondamentale e il grande protagonista di 45 Anni (45 Years, nel titolo originale). Charlotte Rampling e Tom Courtenay, vestono i panni di una coppia che, alla vigilia del 45esimo anniversario di matrimonio, si trova a dover affrontare i fantasmi del passato, mettendo in discussione un’intera relazione. Kate e Geoff Mercer sono, infatti sposati da quarantacinque anni e si accingono a festeggiare il loro anniversario. Ma mentre Kate è completamente presa dai preparativi per il rinfresco, Geoff riceve una lettera destinata a compromettere tanta felicità: la missiva comunica il ritrovamento del corpo della sua ex compagna, conservato per cinquant'anni dai ghiacciai delle Alpi svizzere. Era infatti il 1962 quando Geoff aveva chiesto la mano ad un'altra donna, poi scomparsa definitivamente su una montagna durante un'escursione. Comprensibilmente scioccato da quel rinvenimento, l’uomo prova a rassicurare Kate che quel passato riemerso così all’improvviso non comprometterà la loro serenità, ma il dubbio si insinua come un tarlo in Kate, che prova a capire se il loro è stato vero amore o semplicemente «fumo negli occhi», come suggerisce la canzone «Smoke Gets in Your Eyes», colonna sonora del film e della loro storia.

Segni particolari: very british
L’intera vicenda è narrata nell’arco di sei giorni, ovvero da quando Geoff riceve la notizia del ritrovamento del corpo, fino al sabato, giorno per il quale sono previsti i festeggiamenti per i 45 anni di matrimonio. Particolare attenzione è stata prestata dal regista alla scelta della playlist per la celebrazione della ricorrenza: ogni canzone non si limita, infatti, a fare da sottofondo, ma racconta una storia, in particolare l’ultima traccia, che lascia intuire l’evoluzione di quanto accaduto. C'è molto spirito british in tutta la pellicola, che va dalla sottile ironia, tipica inglese, ad un self control quasi esasperato, dove le paure, le emozioni, i drammi si intuiscono dagli sguardi, da tic nervosi e mai da esplosioni di ira o da scenate furibonde.

Gli over 60 al cinema
45 anni fa il punto su due temi, il tempo che passa e la difficoltà di far durare le relazioni. Ma quel che colpisce ancor di più è che negli ultimi dieci anni il cinema ha eletto a protagonisti assoluti gli over sessanta spaziando in tutti i generi: dal dramma alla commedia, dal film sentimentale all'action con pure una puntatina nel cinema d'animazione con il capolavoro premio Oscar Up.