20 agosto 2019
Aggiornato 11:30
Musica italiana

Laura Pausini torna con «Simili»: Sono nata per cantare con Antonacci

A quattro anni dal successo mondiale di «Inedito», Laura Pausini torna con «Simili», album di 15 brani in uscita in tutto il mondo il 6 novembre. Pubblicato in versione italiana e spagnola, è distribuito in oltre 60 paesi.

Laura Pausini
Laura Pausini ANSA

MILANO - Quattro anni dopo il successo mondiale di «Inedito» e a due dalla raccolta «20 The Greatest Hits», Laura Pausini torna con «Simili», album di 15 brani in uscita in tutto il mondo il 6 novembre: pubblicato in versione italiana e spagnola, è distribuito in oltre 60 Paesi. La cantante spiega così il titolo del disco, il primo scritto da mamma, che fotografa un periodo personale di grande gioia ma va oltre l'autobiografia, raccontando storie diverse dalla sua. «Simili è una parola che in questo momento, nel mio vocabolario dei sentimenti, è la più importante: contiene sia la parola uguali che quella differenti e questo mi permette di essere più aperta e curiosa. È una parola magica per me e ci racconta in modo molto chiaro» ha detto ad askanews.

Sono nata per cantare con Antonacci

Il primo singolo «Lato destro del cuore» è una ballad che segna il ritorno di una collaborazione storica, quella con Biagio Antonacci, che è autore anche di due canzoni nel disco e in passato di due dei maggiori successi della Pausini, «Vivimi» e «Tra te e il mare». «Quando Biagio mi ha fatto sentire la canzone ho deciso di aspettare qualche giorno prima di giudicarlo e così vedo che sta facendo la maggior parte della gente. È una canzone che non arriva subito all'inizio, la prima volta che la ascolti dici 'non ho capito come è strutturata, devo sentire meglio il testo'. E così è capitato anche a me: dopo averla ascoltata due o tre volte ce l'ho appiccicata al cuore» ha spiegato Laura. «Io penso di essere nata per cantare Biagio Antonacci, gli ho detto che se vuole stare a casa vado io in giro a cantare, se vuole dare tutte le sue canzoni a me sono contenta».

Collaborazioni importanti

«Simili» è ricco di collaborazioni importanti: tra gli autori ci sono Lorenzo Jovanotti e Giuliano Sangiorgi con «Innamorata» e «Sono solo nuvole». «La canzone di Jovanotti per me è bellissima, scritta in modo divertente ma con un concetto molto diretto e centrato e un messaggio molto importante. La canzone che mi ha scritto Giuliano Sangiorgi è probabilmente una delle canzoni più belle che abbia mai cantato e credo rimarrà per sempre una delle più importanti della mia carriera» ha dichiarato Laura Pausini.

Tre concerti evento a Milano, Roma e Bari

La cantante a giugno 2016 sarà negli stadi per tre concerti evento a Milano, Roma e Bari (il 4, l'11 e il 18), prima di iniziare a ottobre il tour europeo. «Questo tour avrà una scaletta diversa da quella che farò nel resto del mondo e un palcoscenico completamente diverso, ci sto lavorando - ha detto la Pausini - nel disco ci sono molte canzoni che possono essere molto adatte agli stadi: non dimenticherò comunque di inserire in Italia alcuni dei miei brani più famosi perchè a me piace condividere e quando vado ai concerti e gli altri cantanti cantano solo le canzoni nuove mi viene un po' d'ansia».

Non vedo l'ora di tornare al Festival di Sanremo

Laura Pausini vuole tornare al Festival di Sanremo, che l'ha vista vincitrice nella sezione Novità nel 1993 con «La solitudine»: dal palco dell'Ariston è iniziata una carriera che l'ha portata a diventare una star della musica mondiale. In occasione del lancio del nuovo album «Simili», la cantante ha rivelato l'intenzione di calcare ancora quel palco nell'edizione 2016, ancora con Carlo Conti alla conduzione: «Non sarò conduttrice e neanche co-conduttrice, ringrazio Carlo Conti di avermi chiamata. Non sono in questo momento libera per poter pensare a un impegno così importante, ma sono assolutamente libera per poter venire una delle sere a cantare e a ritornare su quel palco che forse è quello che mi fa venire più paura in assoluto nel mondo. Non vedo l'ora di tornarci in realtà» ha dichiarato la cantante ad askanews rispondendo a una domanda sulla sua eventuale partecipazione alla prossima edizione del Festival.