19 ottobre 2019
Aggiornato 10:00
Festival musicali

I Deep Purple aprono Collisioni. E arriva anche Neil Young

Dal 18 al 21 luglio nella meravigliosa cornice di Barolo, immersa nelle Langhe, la quinta edizione della kermesse agri-rock più famosa d'Italia: oltre alla musica, incontri e dibattiti

BAROLO (CN) - Tutto pronto per la quinta edizione di Collisioni, il festival agri-rock che infiamma l'estate delle Langhe. Questa sera a Barolo, terra di vini e di cultura, saliranno sul palco i Deep Purple. Non è raro che i profeti inglesi dell'hard rock tornino in Italia, ma l'evento si preannuncia memorabile, soprattutto dopo il nuovo disco uscito appena un anno fa. Sold out in pochissimo tempo, mesi e mesi fa. Incredibile, se pensiamo che la kermesse era nata come piccolo evento locale piemontese e oggi è uno degli eventi più importanti della musica e della letteratura italiana.

IL GRANDE RITORNO DI NEIL YOUNG - Stesso destino per l'altro grande artista internazionale di punta, Neil Young: il celebre chitarrista canadese si esibirà con il suo gruppo storico The Crazy Horse per il gran finale lunedì 21. Un evento unico, tanto che il suo lavoro più importante, "Harvest" ("raccolto"), presta il titolo all’intera kermesse, che si accompagna perfettamente alla location. Insomma, un motivo in più per fare una capatina nelle meravigliose colline langarole, appena dichiarate Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco.

SUZANNE VEGA, ELISA E GLI ALTRI - Altra ospite d'eccezione, Suzanne Vega (sabato 19), che porta in Italia i suoi ritmi folk rock, mentre tra gli italiani ci saranno Elisa, l'horror rapper sardo Salmo (entrambi sabato 19) e Caparezza (domenica 20). Tantissimi anche gli appuntamenti letterali e non: si potranno incontrare Piero Pelù, Francesco Guccini in dialogo con Carlin Petrini, Mario Biondi ed Ernesto Assante che discutono di soul e la stessa Suzanne Vega accompagnata dalle riflessioni di Paolo Crepet. E poi ancora Francesco De Gregori, Fedez, Morgan e molti altri.