23 agosto 2019
Aggiornato 10:30
Cinema | Festival di Roma

A «Le 5 Leggende» il Vanity Fair International Award

Il regista Peter Ramsey ritirerà il riconoscimento per il film e per la Dreamworks Animation e dopo la cerimonia si terrà la proiezione in anteprima del film, distribuito in Italia da Universal Pictures e ispirato alla serie di libri illustrati «The Guardians of Childhood» di William Joyce

ROMA - «Rise of the Guardians» (Le 5 Leggende), il nuovo film d'animazione 3D di Dreamworks Animation, riceverà dal Festival Internazionale del Film di Roma il nuovo premio «Vanity Fair International Award For Cinematic Excellence». Il regista Peter Ramsey ritirerà il riconoscimento per il film e per la Dreamworks Animation e dopo la cerimonia si terrà la proiezione in anteprima del film, distribuito in Italia da Universal Pictures e ispirato alla serie di libri illustrati «The Guardians of Childhood» di William Joyce. Per l'evento saranno a Roma il CEO di Dreamworks Animation, Jeffrey Katzenberg, e il produttore esecutivo, Guillermo del Toro.

UN'AVVENTURA EPICA - Il nuovo riconoscimento del Festival (9-17 novembre) è dedicato a un film che esprima al meglio il contributo innovativo, artistico e strategico, delle realtà produttive e distributive che si sono distinte nel mondo del cinema contemporaneo. «Rise of the Guardians» è un'avventura epica che racconta la storia di un gruppo di eroi dotato di capacità straordinarie. Quando uno spirito maligno di nome Pitch lancia il guanto della sfida per conquistare il mondo, i Guardiani immortali devono per la prima volta unire le proprie forze per proteggere le speranze, la fantasia e l'immaginazione dei bambini di tutto il mondo. Il film è interpretato da Chris Pine, Alec Baldwin, Jude Law, Isla Fisher e Hugh Jackman.

RAMSEY: COMMOSSI PER IL PREMIO - «Il film è stato un viaggio incredibile per tutto il team creativo e siamo realmente commossi di ricevere questo riconoscimento da Vanity Fair e dal Festival Internazionale del Film di Roma - ha detto il regista Peter Ramsey - non vediamo l'ora di presentare il film qui a Roma in anteprima mondiale».