6 dicembre 2019
Aggiornato 18:30

Christian Bale: Batman non è un supereroe sano

Uscirà tra pochi giorni negli Stati Uniti «Il cavaliere oscuro - Il ritorno», l'ultimo episodio della trilogia di Batman firmata da Christopher Nolan. Un ciclo che si chiude e che, comprensibilmente, lascia un po' di malinconia nel cast che da oltre sette anni collabora a questo progetto

MILANO - Attesa alle stelle. Uscirà tra pochi giorni negli Stati Uniti «Il cavaliere oscuro - Il ritorno», l'ultimo episodio della trilogia di Batman firmata da Christopher Nolan. Un ciclo che si chiude e che, comprensibilmente, lascia un po' di malinconia nel cast che da oltre sette anni collabora a questo progetto. Su tutti il protagonista, Christian Bale, che al ruolo dell'uomo pipistrello deve molto in termini di notorietà: «Al termine dell'ultimo giorno di riprese ho salutato tutti velocemente - ha dichiarato l'attore britannico in un'esclusiva intervista al Mirror - non mi piacciono i grandi addii. Poi mi sono infilato la maschera di Batman, mi sono seduto e ho riflettuto venti minuti su ciò che ha voluto dire per me quel personaggio».

BATMAN NON E' UN SUPEREROE SANO - Bale, che ha indossato i panni di Batman per la prima volta nel 2005, ha avuto diversi anni per studiare l'eroe creato da Bob Kane nel 1939 per la DC Comics. «E' un personaggio triste e solitario - ha affermato il premio Oscar -. Non è un supereroe sano, soffre di disturbi di personalità multipla. E' quasi un cattivo, la sua rabbia lo porta ad un passo dal compiere azioni sbagliate. Poi il suo altruismo lo trattiene dal farlo».

VOGLIO FARE ALTRI GENERI DI FILM - Oggi però è giunto il momento di riporre il costume nero: «Potremmo andare avanti all'infinito con le vicende di Batman - ha sottolineato Bale -, ma Chris (Nolan, ndr) ha scritto un capitolo finale meraviglioso, ed è giusto finire qui. Il mio futuro? Voglio fare altri generi di film, più piccoli, con budget minori».