3 aprile 2020
Aggiornato 21:00
Gossip | USA

Brown contro Drake, rissa per Rihanna

Semidistrutto un locale di New York, otto feriti gravi. Secondo quanto riporta il sito americano Tmz, l'ex di Rihanna è stato ascoltato dalla polizia di New York in qualità di testimone e vittima. Anche Drake starebbe collaborando con gli agenti

NEW YORK - Chris Brown non ha perso il vizio. L'ex fidanzato di Rihanna (come dimenticare le foto della popstar con il volto tumefatto) di nuovo coinvolto in una rissa. Per lui solo un taglio sul mento (pubblicato con orgoglio su Twitter), ad altre persone presenti è andata molto peggio, compresa la guardia del corpo di Brown. Otto persone sono finite in ospedale e il locale in questione, il W.i.P. di New York, ne è uscito semidistrutto.

Oggetto del contendere sempre lei: Rihanna
Il rivale di Brown, un altro rapper, Drake. Quest'ultimo di recente avrebbe avuto un flirt con la cantante delle Barbados. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, Brown avrebbe mandato al suo tavolo una bottiglia di champagne accompagnata da un biglietto con su scritto: «Offerta di pace». Drake, però, l'avrebbe rispedita al mittente rispondendo che aveva una relazione con «l'amore della tua vita, fattene una ragione» (ma il termine usato era ben più crudo). Da qui, il putiferio.

Nessun arresto finora effettuato
Secondo quanto riporta il sito americano Tmz, l'ex di Rihanna è stato ascoltato dalla polizia di New York in qualità di testimone e vittima. Anche Drake starebbe collaborando con gli agenti. Nessun arresto finora effettuato. Un portavoce ha dichiarato che le autorità credono a Chris Brown e alla sua versione dei fatti: stava cercando di lasciare il locale insieme a una donna e alla sua bodyguard quando è stato assalito dall'entourage di Drake. «Chris Brown - fa sapere l'ufficio stampa del cantante - e i suoi amici sono vittime di un brutale attacco avvenuto la scorsa notte e hanno riportato diverse ferite. Chris e il suo staff stanno collaborando con le autorità di NY che si stanno occupando delle indagini».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal