15 novembre 2019
Aggiornato 13:00
In uscita nei cinema americani il prossimo Natale

Tarantino continua a lavorare al suo «Django Scatenato»

Un cast da urlo per l'omaggio del regista agli spaghetti-western: Leonardo DiCaprio, Samuel L. Jackson, Christoph Waltz, Jamie Foxx, Kurt Russell, Kerry Washington, solo per citarne alcuni

LOS ANGELES - «Sergio Corbucci è uno dei più grandi cineasti dello spaghetti western assieme a Sergio Leone e Sergio Sollima». Parola di Quentin Tarantino. Il director americano è impegnato in questi mesi in California nelle riprese del suo ultimo film, Django Scatenato (Django Unchained), in uscita nei cinema americani il prossimo Natale. Il titolo è un esplicito omaggio al Django di Corbucci, pellicola del 1966 con Franco Nero, diventato un cult.

Tarantino ha scritturato un cast da urlo - «I legali si stanno occupando della cosa ma intanto io sono onoratissima - ha dichiarato la vedova del regista romano, scomparso nel 1990 -, non vedo cosa pretendere di più». Tarantino ha scritturato un cast da urlo: Leonardo DiCaprio, Samuel L. Jackson, Christoph Waltz, Jamie Foxx, Kurt Russell, Kerry Washington, solo per citarne alcuni. Il film, ambientato nel profondo sud americano durante il 1850, racconta le vicende di uno schiavo-cacciatore di taglie che si propone di salvare sua moglie dal brutale Calvin Candie, proprietario di una piantagione del Mississippi.
Sono già on line le foto del set, un villaggio western che Tarantino ha ricostruito a regola d'arte. «Mi piacerebbe fare un Western - aveva dichiarato tempo fa il regista originario del Tennessee -. Ma invece che ambientarlo in Texas, vorrei farlo ai tempi della schiavitù. Esplorare quel tema che tutti gli altri hanno paura di trattare». Pare arrivato finalmente il momento.