6 agosto 2020
Aggiornato 18:00
Lunga intervista al settimanale «Io Donna»

Filippo Magnini: Marin, fatti da parte

Il nuotatore: «Lui sa che io non c'entro niente con la fine della loro storia. Con Federica inizio un nuovo progetto di vita». Pellegrini: «Ho rifiutato Sanremo»

MILANO - «Marin deve farsi da parte. Continuando a parlare male di me e Federica ci fa proprio una figura meschina». Così ha iniziato Filippo Magnini la lunga intervista concessa al settimanale Io Donna. Il nuotatore ci tiene a precisare alcune questioni e cerca di mettere le cose in chiaro con il collega Marin: «Lui sa che io non c'entro niente con la fine della loro storia. Lei non lo amava più. Questa verità amara prima o poi la dovrà digerire. Lui dovrebbe sapere perché è finita la loro storia - ha tagliato corto Magnini - e se ancora non l'ha ben capito farebbe bene a chiedersi dove ha sbagliato».
Poi per il nuotatore ci sono solo parole dolci per la compagna Federica Pellegrini, con la quale si sta preparando per l'Olimpiade di Londra del 2012. «Quella con Federica per me è una storia importante - ha infatti confidato Magnini -, tra noi c'è un legame sentimentale molto forte. E con lei ho iniziato un nuovo progetto di vita».

Federica Pellegrini: «Ho rifiutato Sanremo» - «Confermo che mi è arrivata la proposta di essere co-conduttrice a Sanremo con Gianni Morandi e Ambra, ma purtroppo ho dovuto dire di no quasi immediatamente». A rivelarlo è Federica Pellegrini dal ritiro della Nazionale di nuoto a Ostia. «Questo è l'anno più importante della mia vita in vista di Londra 2012 - prosegue -. Fare Sanremo avrebbe significato una preparazione di mesi e mesi, e io tutto questo tempo quest'anno non ce l'ho. Il prossimo anno vedremo».
Sulla sua chiacchieratissima situazione sentimentale, poi, Federica Pellegrini cerca di spegnere le polemiche: «Mi ha sorpreso il clamore che si è creato intorno a me, ma io cerco di vivere la mia vita normalmente senza farmi condizionare dai fotografi o altro. L'unica cosa che mi ha fatto veramente male è vedere i miei amici e i miei parenti infastiditi per tutto questo pedinamento».