22 settembre 2019
Aggiornato 02:30
Il film di Cronenberg è in concorso al Festival di Venezia

Knightley: Non volevo fare «A dangerous method». La Jolie per il nuovo film di Ridley Scott

L'attrice: «Ero terrorizzata dalle scene di sesso sadomaso». Il regista ha confermato a fine agosto di voler girare un nuovo «Blade Runner»

LONDRA - «Mi vergognavo ed ero spaventata, all'inizio non volevo farlo». Queste le parole dell'attrice Keira Knightley a proposito del film ora in concorso a Venezia A dangerous method, diretto da David Cronenberg. L'attrice interpreta Sabina Spielrein, una giovane paziente di un ospedale psichiatrico che intreccia una relazione proibita con lo psichiatra Carl Gustav Jung. «I miei ammiratori resteranno scioccati, lo so - continua l'attrice in un'intervista al settimanale Gente -. Ero terrorizzata dall'idea che le scene di sesso sadomaso un giorno apparissero su Internet, fuori dal contesto. Poi ho studiato e mi sono fatta seguire da due psicanalisti. Oggi accetto il mio corpo molto più di qualche anno fa».
I tempi de I pirati dei Caraibi sono finiti, ma Keira Knightley non sembra per niente rimpiangerli: «Per anni non potevo uscire senza sentirmi braccata da paparazzi, ammiratori e anche qualche matto. Mi è capitato di barricarmi in casa in preda al panico. Sono contenta che non accada più».

Jolie fa visita a Ridley Scott, a lei il ruolo nel nuovo film? - Angelina Jolie esce dall'abitazione a Soho del regista britannico Ridley Scott e crea un ingorgo nella strada del quartiere centrale londinese. Ma la vera notizia è che la star di Tomb Raider potrebbe essere stata scelta per il nuovo film del cineasta 72enne.
La compagna di Brad Pitt aveva in mano qualcosa di molto simile a un copione - scrive il Sun - facendo subito spargere la voce che sarà lei la protagonista del prossimo lavoro di Ridley Scott, il quale ha confermato a fine agosto di voler girare un nuovo Blade Runner.