10 dicembre 2019
Aggiornato 01:00

Il padre: «Amy era felicissima come non lo era da anni»

Oggi l'ultimo saluto alla cantante trovata morta sabato scorso

LONDRA - «Era felicissima come non lo era da anni»: così Mitch Winehouse ha ricordato la figlia in una lettera diffusa oggi, al termine del rito funebre per la cantante inglese trovata morta sabato scorso nella sua casa di Londra.

«Amy è stata la figlia e l'amica migliore che si potesse avere. Parlerò tanto della sua fantastica guarigione - annuncia l'uomo nella missiva, riportata dalla rivista People - negli ultimi tempi si era innamorata di Reg (Traviss). Lui l'aveva aiutata ad affrontare i suoi problemi e Amy non vedeva l'ora di trascorrere il suo futuro con lui».
«Non era depressa - precisa Mitch Winehouse - aveva visto Janis (la mamma) e Reg venerdì ed era di buon umore. Quella notte era nella sua stanza, a suonare e cantare. Visto che era tardi, la sua guardia di sicurezza l'ha invitata a smettere e lei lo ha fatto. L'ha sentita camminare per un po' e quando è tornato la mattina ha pensato che stesse dormendo. E' tornato nel pomeriggio e ha capito che non respirava e ha chiamato i soccorsi».
«Sapere che non era depressa e che è morta felice ci fa sentire meglio», conclude. Durante la cerimonia funebre, Mitch ha letto in lacrime un elogio funebre, che si è concluso con le parole: «Buona notte angelo mio, dormi bene. Mamma e papà ti amano così tanto». Dopo il funerale, la cantante è stata cremata e le sue ceneri unite a quelle della nonna Cynthia, anche lei una cantante, a cui Amy era molto legata.

I risultati dell'autopsia effettuata ieri non hanno chiarito le cause della morte. Si dovrà attendere l'esito dei test tossicologici, previsti tra due-quattro settimane, per sapere come si è spenta la cantante di «Back to Black».