16 ottobre 2019
Aggiornato 06:30
Moda & Style

Lapo Elkann: si può essere eleganti senza essere burini da TV

Per Italia Independent l'obiettivo sarà produrre su misura: «Abbiamo 87 punti vendita nel mondo, e abbiamo aperto il primo retail a Saint Tropez»

FIRENZE - Eleganti sì, burini televisivi no: è il credo di Lapo Elkann, patron del brand Italia Independent, che oggi a Pitti Immagine Uomo ha presentato in anteprima la nuova collezione per la primavera-estate 2010. «L'uomo deve ritrovare la sua eleganza - ha commentato con i cronisti - si può essere eleganti senza essere calciatori o burini della televisione. Non c'è bisogno di essere un velino, per essere eleganti». Eleganza e qualità, questa la ricetta: «Si vince la crisi con la qualità dei dettagli e la perfezione - ha proseguito Elkann - sono contento del fatto che tanta gente non di qualità sarà spazzata via, mentre rimarrà chi lavora con etica, morale, obiettivi chiari. Ci sarà tanta gente che pagherà ingiustamente, ma tanta pagherà giustamente».

La presenza del brand, dice Lapo, sta crescendo: «Abbiamo 87 punti vendita nel mondo, e abbiamo aperto il primo retail a Saint Tropez, che sta andando molto bene, e sono molto soddisfatto perché vendiamo bene sia i prodotti meno cari che i più cari: questo è un vantaggio. Saint Tropez era un'opportunità fantastica, con le persone giuste e a un prezzo interessante: in un momento di crisi invece di disinvestire abbiamo investito ulteriormente».

L'orizzonte è quello di un'espansione a 360 gradi: «Abbiamo come obiettivo nuove aperture retail dal 2010 in giro per il mondo, e in futuro mi auguro di arrivare anche a produzioni su misura», ha detto, annunciando che il 23 a Milano presenterà una collaborazione nell'ambito del sartoriale. Un «no» momentaneo invece all'ipotesi di una linea donna: «In questo momento sono più credibile sull'uomo - ha ammesso Elkann, concludendo - e conosco meglio la realtà dell'uomo».