16 giugno 2019
Aggiornato 00:30
Moda

Cruciani, la collezione in cashmere 100% eco-sostenibile

Il brand umbro sceglie di produrre per il prossimo inverno una collezione pregiata tinta attraverso l'utilizzo di erbe ed altri prodotti della natura

FIRENZE - Il blu del Guado, un'erba antica utilizzata per tingere anche nel Medioevo, riconquista il fashion system e, nel nostro caso, Cruciani che ha Pitti Uomo ha portato la sua collezione di abbigliamento completamente eco-sostenibile. Attraverso l'utilizzo della tecnica Natural Stain, Cruciani produrrà la sua collezione per l'A/I 2015/'16. La lavorazione, vanto della maison umbra, è un processo attraverso il quale la tintura del cashmere più pregiato, proveniente dalla Mongolia interna, viene effettuata attraverso l'utilizzo di erbe, bacche e radici raccolte in Italia, Europa, Sud America, Asia e Africa.

IL GUADO - il colore di punta della collezione è il Guado, estratto da una pianta erbacea coltivata nelle campagne marchigiane. La pianta del guado era considerata l'oro blu del Medioevo che, grazie al suo inestimabile valore, tinse gli arazzi dei Gobelins e decorò le opere dei grandi Maestri come Leonardo e Raffaello. Una coltivazione ed una tecnica cadute in disuso che è stata recentemente rivalutata.

COLLEZIONE NATURALE - Recuperati prodotti e know how, Cruciani ha svolto un'attenta ricerca sulle piante vegetali più pregiate e uno studio meticoloso dei materiali gli hanno permesso di dare vita ad una collezione fatta di filati di pura arte italiana con linee morbide e accattivanti, naturalmente in grado di rispettare la natura. Capi morbidi, pregiati, durevoli che non passano mai di moda con una palette di colori che varia dal grigio all'ottanio ed è caratterizzata da una composizione chimica priva di coadiuvanti per un risultato eccezionale: un prodotto totalmente naturale.