23 ottobre 2019
Aggiornato 04:30

Giugliano al Diario Motori: «Per sostituire Hayden ho fatto del mio meglio»

Il pilota romano ha preso il posto dello sfortunato campione americano in Honda dopo il suo «fattaccio», chiudendo così la sua stagione

LATINADavide Giugliano, che cosa significa per te aver partecipato al Sic Supermoto Day anche quest'anno?
Per me significa tanto, perché con Marco siamo cresciuti insieme fin da bambini. Questa è una manifestazione importantissima, che mi colpisce direttamente al cuore e mi fa piacere esserci.

In questa stagione hai cambiato due moto, due squadre, due campionati. Se dovessi riassumercela come la racconti?
È stata una stagione un po' particolare. Ho cominciato a correre nel campionato inglese di Superbike, poi sono scivolato lì, non conoscevo le piste e ho preferito fermarmi. Poi è successo il fattaccio di Nicky Hayden e sono andato a correre in Honda e ho finito la stagione con loro. Ho fatto del mio meglio.

Quella con Honda è stata una bella esperienza? Come hai trovato la moto?
Sicuramente la moto è molto buona, si guida molto bene, anche se per quanto mi riguarda c'erano dei problemi di potenza, che mancava un po'. Ma, tutto sommato, la moto ciclisticamente è molto valida.

Le tue possibilità per l'anno prossimo?
Stiamo ancora lavorando per questo. Ma spero di restare nel Mondiale Superbike.