15 ottobre 2019
Aggiornato 23:30
Wrc | Rally del Galles

Evans comanda il rally di casa in Galles

Sul fondo fangoso delle sue foreste, Elfyn vince tre delle sei prove speciali e domina la prima tappa. Il leader del Mondiale Ogier è quarto, in mezzo ai suoi sfidanti

TIR PRINCE – Elfyn Evans profeta in patria: l'idolo di casa (a cui è stata addirittura intitolata una curva) vince tre delle sei prove speciali sullo scivoloso fango delle foreste del Galles, portandosi in testa alla prima tappa del rally. A completare la tripletta provvisoria firmata Ford sono Ott Tanak, secondo a 24.6 secondi, e Sebastien Ogier. Il francese, leader del Mondiale, è al momento stretto a sandwich tra il suo compagno di squadra estone e Thierry Neuville, gli unici due inseguitori ancora matematicamente in corsa per il titolo iridato.

Colpiti dalla malasorte
Tutti e tre hanno avuto la loro dose di guai in questo inizio di gara: Tanak ha avuto difficoltà a trovare il giusto bilanciamento della sua Fiesta e ha perso terreno nel pomeriggio, Ogier non è stato abbastanza aggressivo nelle sezioni più insidiose, Neuville ha invece beccato una penalità di dieci secondi ieri per essere arrivato in ritardo alla partenza della Speciale inaugurale. Il motivo? La sua Hyundai i20 si rifiutava di accendersi, per motivi sconosciuti. Come se non bastasse, oggi il motore gli si è di nuovo spento dopo tre curve, ha patito di un grave sottosterzo per tutta la giornata e per di più il suo copilota Nicolas Gilsoul ha perso la voce. Il povero pilota belga, insomma, è stato bersagliato da una raffica di sfortune che farebbero impallidire perfino Fantozzi. C'è ancora tutto il tempo per recuperare, però: la tappa di sabato sarà un'autentica maratona da 17 ore, nove prove speciali (due delle quali in notturna) e 142,38 km, di cui 110 consecutivi senza la possibilità di usufruire dell'assistenza dei meccanici o dei cambi gomme.