16 luglio 2024
Aggiornato 05:00
Surf

Il surfista Marcelo Luna e la sua vittoria contro la droga

Lo sport come salvezza: «Se non fosse stato per il surf oggi non sarei vivo» così spiega Marcelo che vuole vincere un'altra sfida.

PORTOGALLO - Sulle enormi onde di Nazare, sulla costa atlantica del Portogallo, Marcelo Luna cavalca per un record. Marcelo è un surfista brasiliano, ed è arrivato fin qui per riscattare l'adolescenza marcata dall'alcolismo e dalle droghe. A 16 anni, un amico lo ha introdotto allo sport, e la sua vita è cambiata.

Lo sport come salvezza
«Se non fosse stato per il surf oggi non sarei vivo. Il surf mi ha salvato dalla droga, mi ha liberato, mi ha dato una ragione per vivere» spiega.
Marcelo ha creato un'organizzazione e va nelle scuole a parlare di alcol e droga, e per condividere la sua passione con i ragazzi: «Quello che i bambini vedono in me sono due diverse vie; e quella giusta è sempre la migliore».
La sfida più grande per Marcelo Luna però deve ancora arrivare: battere il record per l'onda più alta, cavalcare un cavallone di più di 23 metri d'altezza.