6 dicembre 2020
Aggiornato 02:00
Europei di nuoto 2019

Panziera e Paltrinieri oro nei 200 dorso e nei 1.500 stile libero. Bianchi seconda nei 200 farfalla

Margherita Panziera riscatta l'opaca finale dei 100 dorso e si va a prendere il primo titolo in vasca corta agli europei di nuoto. Federica Pellegrini sesta nei 100 stile: «Ho dato il massimo»

Gregorio Paltrinieri oro nel 1500 stile libero agli europei di Glasgow
Gregorio Paltrinieri oro nel 1500 stile libero agli europei di Glasgow ANSA

Margherita Panziera riscatta l'opaca finale dei 100 dorso e si va a prendere il primo titolo in vasca corta agli europei di nuoto in svolgimento al Tollcross International Swimming Centre di Glasgow fino a domenica. Limato il suo primato italiano (2'01:56 a Riccione nel 2018) per la tesserata per Fiamme Oro e CC Aniene, allenata da Gianluca Belfiore, campionessa europea in lunga che tocca ai 100 in 59:55 e fa sua una gara in solitario davanti all'ucraina Daryna Zevina e all'olandese Kira Touissant. «Sono contenta la prima volta in vasca corta e il record italiano - a che era sta bronzo due anni fa in Danimarca e che fu quarta a Gwangju dove partiva col miglior tempo stagionale in lunga - tiro un sospiro di sollievo rispetto a ieri. Sono in un buon momento purtroppo ho avuto dei problemi di salute quest'estate. Non era una questione di testa e questo mi dà fiducia per il lavoro futuro».

Oro per Paltrinieri

Il campione olimpico Gregorio Paltrinieri ha vinto la gara dei 1500 stile libero degli Europei in vasca coperta, a Glasgow. L'azzurro ha chiuso con il tempo di 14'17:14 e ha preceduto il norvegese Henrik Christiansen (argento) e il francese David Aubry (bronzo).

Bianchi seconda nei 200 farfalla

Esce con il segno di vittoria dalla vasca Ilaria Bianchi che conferma il secondo posto di due anni fa e conquista l'argento nei 200 farfalla con il record italiano di 2'04:20. Federica Pellegrini chiude col sesto riscontro cronometrico la finale nei 100 stile libero. La vincitrice di tutto nei 200 stile libero - tesserata per CC Aniene e allenata al Centro Federale di Verona dal tecnico federale Matteo Giunta - nuota in 52:30 a 20 centesimi dal suo primato italiano nella gara vinta dalla britannica Freya Anderson dominatrice di batterie, semifinale e finale (51:49): «Ho fatto il massimo - ripete la divina che non è mai salita sul podio della specialità (5^ nel 2004, 4^ nel 2015 e 7^ nel 2017) - questa gara è propedeutica per i 200 dove da domani mi concentrerò per far bene».