19 gennaio 2020
Aggiornato 17:00
Europei di nuoto 2019

Panziera e Paltrinieri oro nei 200 dorso e nei 1.500 stile libero. Bianchi seconda nei 200 farfalla

Margherita Panziera riscatta l'opaca finale dei 100 dorso e si va a prendere il primo titolo in vasca corta agli europei di nuoto. Federica Pellegrini sesta nei 100 stile: «Ho dato il massimo»

Gregorio Paltrinieri oro nel 1500 stile libero agli europei di Glasgow
Gregorio Paltrinieri oro nel 1500 stile libero agli europei di Glasgow ANSA

GLASGOW - Margherita Panziera riscatta l'opaca finale dei 100 dorso e si va a prendere il primo titolo in vasca corta agli europei di nuoto in svolgimento al Tollcross International Swimming Centre di Glasgow fino a domenica. Limato il suo primato italiano (2'01:56 a Riccione nel 2018) per la tesserata per Fiamme Oro e CC Aniene, allenata da Gianluca Belfiore, campionessa europea in lunga che tocca ai 100 in 59:55 e fa sua una gara in solitario davanti all'ucraina Daryna Zevina e all'olandese Kira Touissant. «Sono contenta la prima volta in vasca corta e il record italiano - a che era sta bronzo due anni fa in Danimarca e che fu quarta a Gwangju dove partiva col miglior tempo stagionale in lunga - tiro un sospiro di sollievo rispetto a ieri. Sono in un buon momento purtroppo ho avuto dei problemi di salute quest'estate. Non era una questione di testa e questo mi dà fiducia per il lavoro futuro».

Oro per Paltrinieri

Il campione olimpico Gregorio Paltrinieri ha vinto la gara dei 1500 stile libero degli Europei in vasca coperta, a Glasgow. L'azzurro ha chiuso con il tempo di 14'17:14 e ha preceduto il norvegese Henrik Christiansen (argento) e il francese David Aubry (bronzo).

Bianchi seconda nei 200 farfalla

Esce con il segno di vittoria dalla vasca Ilaria Bianchi che conferma il secondo posto di due anni fa e conquista l'argento nei 200 farfalla con il record italiano di 2'04:20. Federica Pellegrini chiude col sesto riscontro cronometrico la finale nei 100 stile libero. La vincitrice di tutto nei 200 stile libero - tesserata per CC Aniene e allenata al Centro Federale di Verona dal tecnico federale Matteo Giunta - nuota in 52:30 a 20 centesimi dal suo primato italiano nella gara vinta dalla britannica Freya Anderson dominatrice di batterie, semifinale e finale (51:49): «Ho fatto il massimo - ripete la divina che non è mai salita sul podio della specialità (5^ nel 2004, 4^ nel 2015 e 7^ nel 2017) - questa gara è propedeutica per i 200 dove da domani mi concentrerò per far bene».