20 luglio 2019
Aggiornato 15:30

La prima volta non si scorda mai: il capolista Bagnaia arriva ad Assen

Il prossimo appuntamento della classe di mezzo porta il leader della classifica Pecco in Olanda, dove conquistò il primo successo iridato in Moto3 nel 2016

ASSEN – Cattedrale della velocità, Università delle due ruote, Tourist Trophy: tanti sono i nomi con cui è conosciuta la storica e leggendaria pista di Assen che questa settimana accoglie lo Sky Racing Team VR46 e l’intero circus del Motomondiale per l’ottava tappa della stagione 2018.

Ottimi ricordi
In Moto2, a Barcellona, dopo aver dato prova di forza e consistenza durante tutto il weekend, in gara è stato raccolto meno del previsto. Motivo in più per Bagnaia e Marini per rimanere concentrati sul lavoro e ritornare subito a ridosso dei più forti già dalle libere di venerdì. Pecco scenderà in pista da leader in classifica generale su un tracciato a lui caro. Nel 2016, in Moto3, qui conquistò infatti la sua prima vittoria nel Mondiale. «In Catalunya siamo stati forti e veloci tutto il weekend, dalle libere al warm up, ma in gara non abbiamo raggiunto i risultati sperati – spiega il pilota torinese – Arriviamo ad Assen con tanta voglia di tornare al lavoro e rifarci. Una pista tecnica, difficile e forse per questo davvero bellissima! È più facile dire che l’unico punto che non mi piace è la curva 6, il resto poi è vera poesia. Qui ho centrato la mia prima vittoria nel Mondiale, sarà sempre un posto speciale».

Insidie di squadra
Lo spinge anche il team manager Pablo Nieto: «Arriviamo ad Assen, forse la pista più amata dai piloti. Leggendaria, velocissima, bellissima, ma allo stesso tempo difficile, tecnica, impegnativa. Affronteremo uno di quei weekend dove dobbiamo essere pronti a gestire ogni tipo di condizione meteo. Ci saranno tante incognite: il tempo può cambiare repentinamente e anche più volte nel corso della stessa sessione. Come team non dobbiamo farci trovare impreparati, ma rimanere concentrati. Pecco ha raccolto molto su questa pista in Moto3 e lo scorso anno ha centrato le prime dieci posizioni».