21 novembre 2019
Aggiornato 12:00

Verstappen in crisi, è tempo di reagire: «Basta parlare dei miei errori»

Il suo inizio di stagione è costellato di incidenti: ora il baby olandese della Red Bull è chiamato a voltare pagina. «Ma non cambierò il mio stile di guida»

Max Verstappen firma autografi ai tifosi olandesi alla vigilia del GP di Montreal di F1
Max Verstappen firma autografi ai tifosi olandesi alla vigilia del GP di Montreal di F1 Red Bull

MONTREAL – Per Max Verstappen il Gran Premio del Canada deve essere quello della svolta. Sono in molti, infatti, gli esperti e gli addetti ai lavori a ritenere che la carriera del giovane olandese si stia arenando, anzi, sia addirittura in aperta crisi, dopo l'inizio di stagione costellato di errori. «La domanda è: come gestirà questa fase negativa e quanto in fretta riuscirà ad uscire dal buco nero? – analizza l'ex pilota di F1 Timo Glock ai microfoni della rivista specializzata austriaca Speed Week – Potrebbe continuare così anche per tutto il resto dell'anno». E un altro grande ex olandese, come Jan Lammers, rincara la dose al quotidiano De Telegraaf: «Max non deve cambiare. E, anche se volesse, ma non è così, non funzionerebbe in ogni caso. Le corse ce le ha nel sangue».

E lui fa spallucce
Dal canto suo, il baby fenomeno della Red Bull non sembra avere troppa voglia di ascoltare le critiche: «Perché tutti questi incidenti? Non lo so – ha risposto nella conferenza stampa alla vigilia del fine settimana di Montreal – Sono stanco di queste domande, di sentire che devo cambiare approccio: affronterò questa gara come sempre. La situazione non è drammatica come si dice. Certo, l'inizio di stagione non è stato il massimo, ho commesso degli errori e avrei potuto fare meglio, ma ho sentito parole decisamente esagerate. Non è stata solo colpa mia». L'unico obiettivo sul quale Max concentra i suoi pensieri è quello di rimettere in carreggiata il suo campionato 2018: «Sono stato veloce in ogni weekend, vorrei sempre vincere ogni Gran Premio e rimarrà così. Penso solo a quello che ho davanti». Al suo arco, Verstappen junior avrà anche una freccia in più: il motore Renault evoluto al debutto proprio in questo weekend. «Un aggiornamento è sempre utile. Non credo basterà, ma comunque ci permetterà di avvicinarci un po' ai primi. Per quanto mi riguarda, so bene dove posso migliorare e cercherò di metterlo in atto alla prossima gara».