19 settembre 2019
Aggiornato 02:30

Antonelli in testa a una classifica piena di italiani

Niccolò è il più veloce della classe inferiore, ma alle sue spalle tanti connazionali: Enea Bastianini è terzo, Tony Arbolino quarto, Marco Bezzecchi quinto

LE MANS – Ventesimo nella prima sessione di prove libere, Niccolò Antonelli si è dimostrato il pilota da battere nella prima giornata del Gran Premio di Francia di Moto3 staccando il miglior tempo nella seconda sessione di prove libere, a due soli minuti dalla conclusione. «Questo circuito ha un fascino particolare ed è molto tecnico – ha commentato il pilota del team Sic58 Squadra corse – Stiamo lavorando bene, anche se questa mattina in varie parti del tracciato non mi trovavo bene con la moto. Dopo aver visionato i dati della prima sessione, nel secondo turno ci siamo concentrati sulle varianti del circuito e subito mi sono trovato molto meglio con il nuovo assetto. Sono felice del primo tempo, ma consapevole che dobbiamo essere ancora più competitivi. Domani mattina speriamo non faccia troppo freddo perché vorrei migliorarmi ancora un po' nelle varianti».

Bastianini sul podio
Ancora un po' dolorante per l’infortunio di Jerez, anche Enea Bastianini si è confermato girando in tutta la sessione sempre a ridosso del podio: Bestia non si è risparmiato, facendo registrare il terzo miglior crono a soli 177 millesimi dal leader provvisorio. «Sono contentissimo per oggi – spiega il pilota del team Leopard – Sono arrivato qui dopo l’infortunio di Jerez: c’era un po' di incognita perché da allora non ero più risalito su una moto. Ma già nel turno della mattina, il fastidio alla gamba che avevo mi ha permesso ugualmente di girare. Oggi pomeriggio la situazione è migliorata e riuscivo a spingere di più a destra; con l'assetto mi sono trovato abbastanza bene. Domani ci aspetta la qualifica: sarà molto importante riuscire a partire davanti».

Arbolino subito sotto
Anche Tony Arbolino è stato tremendamente competitivo. Sempre davanti nelle prime prove libere e in testa per quasi tutto il secondo turno, chiude quarto e tranquillo. «Il weekend è partito bene, subito con un buon feeling – racconta l'alfiere del team Snipers – Soprattutto siamo andati bene con la mescola media al posteriore e soft all'anteriore. Con le morbide dobbiamo migliorare un po' l'assetto ma siamo fiduciosi perché andiamo veramente forte. Mi sento già pronto per domenica ma prima dobbiamo pensare alla qualifica e ottenere una buona posizione in griglia». Alle sue spalle ha chiuso un altro italiano, il leader del Mondiale Marco Bezzecchi.