20 luglio 2019
Aggiornato 16:00

Bagnaia rientra in Europa in testa al campionato

Jerez apre la stagione europea anche per la classe di mezzo, dove dall'alto delle sue due vittorie su tre GP comanda Pecco, che ama il circuito spagnolo

JEREZ DE LA FRONTERA – Come di consueto, il Gran Premio di Spagna del prossimo weekend a Jerez de la Frontera apre a tutti gli effetti la stagione europea del campionato. Su un circuito molto amato da tutti i piloti e dalle caratteristiche davvero uniche, lo Sky Racing Team VR46 scenderà in pista per difendere la testa della classifica in Moto2.

Ricomincio da due (vittorie)
Francesco Bagnaia infatti, dopo la straordinaria vittoria nel GP d’apertura in Qatar, si è ripetuto anche negli States raggiungendo così quota 57 punti. Pecco, che lo scorso anno proprio qui ha conquistato il primo podio nella classe intermedia, è pronto a tornare sulla sua Kalex per centrare nuovi importanti risultati. «Nelle prime tre gare extraeuropee abbiamo raccolto davvero tanto e adesso ci aspetta la pista di Jerez dove nei test invernali abbiamo fatto un gran lavoro e siamo stati forti e competitivi in tutte le condizioni – spiega il portacolori del team Sky Vr46 – È un circuito dove ho sempre ottenuto grandi risultati, sia in Moto3 che l’anno scorso in Moto2, quando ho centrato il primo podio per me e il team nella categoria. Dobbiamo continuare a lavorare e rimanere concentrati per affrontare al meglio il weekend».

Nel ricordo del padre
Fin dai campionati minori, il giovane torinese ben conosce i segreti della pista andalusa che oggi è stata intitolata al 12+1 volte campione del mondo Angel Nieto. «Nelle tre trasferte extraeuropee, abbiamo portato a casa importanti risultati. Pecco ha vinto due delle tre gare disputate – commenta il team manager Pablo Nieto, figlio di Angel – Abbiamo la stagione europea del campionato alle porte che affronteremo con impegno fin da Jerez, una pista dove Pecco ha raccolto sempre grandi soddisfazioni, che ha un significato particolare per tutto il team Moto2 e di cui abbiamo tanti riferimenti e parametri dai test».